Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

PER I NUOVI ISCRITTI: comunicare ai moderatori via MP la propria adesione al forum

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Campania | Trasporto pubblico

Last Update: 7/3/2020 7:48 AM
12/24/2015 12:42 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
Trovata priva di equità sociale.
Ci sono persone che abitano in zone malservite dai trasporti pubblici, per non dire non servite affatto, il cui paese diventa isolato già al pomeriggio o ocn linee che esistono solo sulla carta; ci sono anziani in periferia che, per spostarsi, debbono spendere soldi per un taxi o chiedere aiuto ad amici, parenti, conoscenti (spesso prezzolati, al di là delle spese) e, ora, dovranno anche vedere utilizzate parte dei soldi pubblici, anche i loro, per far avere i trasporti gratis a chi già li ha. Questa proposta, d'altra parte, fa il paio con quella del Ministero dell'Ambiente che propone, contro l'emergenza smog, di dare 5 milioni ai Comuni, affinché diano il bus gratis. Ampliare e migliorare la rete, no! Si decide di dare di più a chi già ha. Gli altri, continino ad arrangiarsi, ché evidentemente non fanno numero!
12/24/2015 2:32 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,068
Registered in: 3/3/2012
ma quanta fuffa.. è un'aiuto economico punto. ci sono tante famiglie che hanno difficoltà a dover affrontare l'acquisto di più abbonamenti per i figli anche dove il trasporto è migliore.

quindi è una manovra omogenea e buona poi si può discutere su eventuali criticità minori.

non è la carenza di tpl soprattutto in periferia si può sanare dall'oggi al domani con quattro spicci.

__________________________
Salutandovi indistintamente..

http://www.pianofortegioiello.it/
12/24/2015 3:32 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
E' stato stimato che, fino a centomila Euro, si rientra nell'agevolazione. Questa, per te, è gente in difficoltà?
12/24/2015 3:53 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,068
Registered in: 3/3/2012
Bravo critica questo non tutto il provvedimento. Fino a cetomila è una cosa molto discutibile.

__________________________
Salutandovi indistintamente..

http://www.pianofortegioiello.it/
12/24/2015 10:56 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,966
Registered in: 2/14/2012
Utente [inside]
In un sistema infrastrutturale funzionante e privo di criticità questa è una proposta ottima, di incentivazione per il tpl locale rispetto a quello privato.
In un sistema disastrato come il nostro, questa diventa una proposta populista, indifendibile, come i 500€ di bonus per i gggiovani!

Che schifo.

__________________________
Ristoranti pub e locali di Napoli http://bastachesemagna.wordpress.com/
Piste e percorsi ciclabili di Napoli http://goo.gl/maps/1YoYv
12/25/2015 11:24 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,257
Registered in: 2/14/2012
Re:
BiagPal, 23/12/2015 18:07:

Se devo essere sincero, comunque, a me quest'iniziativa dell'abbonamento gratuito per gli studenti non mi piace. Avrei preferito che questi 15 Milioni fossero utilizzati per migliorare il servizio di trasporto pubblico in generale.




In effetti c'è molto su cui riflettere. Noi siamo alla canna del gas, e toglierci altri proventi è un'ulteriore mazzata.
12/25/2015 12:16 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 194
Registered in: 2/1/2014
Far viaggiare i ragazzi sui mezzi pubblici e non sull'auto della mamma serve anche a ridurre il traffico, ridurre l'inquinamento e far viaggiare i mezzi su gomma su strade un po' meno intasate
12/25/2015 12:34 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
Secondo te Pietro, lo studente sarà invogliato a prendere un autobus o una scalcagnata Circumvesuviana, solo perché gratis? A scuola o all'università bisogna arrivare in orario, per cui che i mezzi siano gratis ma inaffidabili non serve affatto!
[Edited by Vincenzo201 12/25/2015 12:38 PM]
12/25/2015 12:48 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
Re:
Coma White, 24/12/2015 22:56:

In un sistema infrastrutturale funzionante e privo di criticità questa è una proposta ottima, di incentivazione per il tpl locale rispetto a quello privato.





Anche in questo caso, sarebbe superfluo. Se i trasporti funzionano, non c'è bisogno di alcun incentivo.
12/25/2015 5:06 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 574
Registered in: 8/16/2014
Re: Re:
Vincenzo201, 25/12/2015 12:48:




Anche in questo caso, sarebbe superfluo. Se i trasporti funzionano, non c'è bisogno di alcun incentivo.



Io conosco gente che anche se l'autobus fosse gratis non lo prenderebbe mai.Forse bisognerebbe lavorare pure sul marketing visto che le vecchie pubblicità delle automobili devono aver lavato il cervello a molti...
12/25/2015 7:10 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 16,257
Registered in: 2/14/2012
Re:
Pietro43, 25/12/2015 12:16:

Far viaggiare i ragazzi sui mezzi pubblici e non sull'auto della mamma serve anche a ridurre il traffico, ridurre l'inquinamento e far viaggiare i mezzi su gomma su strade un po' meno intasate



Ottimo. Fare il biglietto.

12/30/2015 8:28 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 574
Registered in: 8/16/2014
1/1/2016 6:38 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 574
Registered in: 8/16/2014
1/14/2016 3:35 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 574
Registered in: 8/16/2014
Trasporto pubblico locale, nel Sannio è crisi di passeggeri: in sei anni persi il 35,4% di viaggiatori
www.ntr24.tv/it/news/economia/trasporto-pubblico-locale-nel-sannio-e-crisi-di-passeggeri-in-sei-anni-persi-il-354-di-viaggiat...
1/16/2016 8:36 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Castellammare. Funivia del Faito: via ai lavoro per il ripristino


CASTELLAMMARE. È stato ufficialmente aperto il cantiere per il ripristino della funivia del Faito. La svolta ieri mattina, quando i dipendenti dell’Eav hanno consegnato la fune che permetterà alla “panarella” di collegare la città stabiese con la vetta del Faito. L’intervento programmato dalla Regione Campania prevede anche l’adeguamento dell’infrastruttura alla normativa antisismica della rete.

I lavori, per un costo complessivo di circa 2 milioni di euro, dovrebbero concludersi entro la prossima estate. Inaugurata nell’agosto del 1952, la funivia del Faito ha registrato una media di circa 60mila presenze annue. Questo fino al 2012, quando problemi di ordine burocratico hanno portato alla sospensione del servizio. L’ultima corsa della funicolare è datata infatti 10 settembre 2012: da allora, il nulla assoluto. I disagi sono così divenuti innumerevoli, in quanto l’unica strada percorribile per raggiungere da Castellammare le vette del Faito ad oggi è quella che parte da Vico Equense. Per una scampagnata, insomma, è probabile che si resti intasati con l’automobile in diversi tratti della statale 145 sorrentina.
[Edited by Mark Corleone 1/16/2016 8:36 AM]
1/26/2016 2:59 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Via all'attivazione del Metrò del mare


Al via il progetto Cilento Blu Club, promosso dalla Regione Campania e finanziato con risorse proprie e fondi provenienti dal Mibact. Parte un sistema integrato di trasporto con la mobilità su ferro, per collegare le città del Centro-Nord Italia (Milano, Bologna, Firenze, Roma) con il Cilento, e con la mobilità via mare, mettendo in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.

L'Ente Provinciale del Turismo di Salerno, soggetto attuatore del progetto su designazione della Regione Campania, ha avviato le procedure amministrative per l’affidamento dei servizi. A tal proposito sono state chieste le manifestazioni di interesse al Gruppo Ferrovie dello Stato e alla Societa Italo NTV per il prolungamento dei treni ad alta velocità da Salerno a Sapri.

Agli inizi di febbraio sarà indetta la gara per individuare la compagnia di navigazione che dovrà effettuare i collegamenti marittimi.

Nei mesi di aprile e maggio saranno realizzate le azioni di comunicazione nelle città di Milano, Bologna, Firenze e Roma.

Dal punto di vista strutturale, il progetto si articola su due linee principali:

La mobilità su ferro che potrebbe portare al prolungamento di treni ad Alta Velocità fino a Sapri e al potenziamento dei treni regionali sulla tratta Salerno - Sapri;

La mobilità alternativa via mare che prevede l’implementazione dei collegamenti marittimi mettendo in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.

L’obiettivo finale è quello di incrementare i flussi turistici provenienti dal Centro-Nord Italia rendendo più agevole i trasferimenti sia su ferro che via mare e nel contempo rendere più competitiva l’offerta turistica degli operatori della filiera ricettiva su scala nazionale.

Nell’ambito delle azioni promozionali riguardanti la mobilità via mare, sono state individuate, a conclusione degli incontri con i Sindaci dei Comuni interessati al progetto, tre linee marittime, attive dal 1° luglio al 31 agosto 2016, utilizzando le risorse previste per questo intervento pari a € 800.000,00.

Linea 1: Salerno – Costa del Cilento

Collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro Camerota; linea attiva il sabato e la domenica.

Linea 2: Cilento-Costa d’Amalfi

Collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, (coincidenza per Capri); linea attiva dal lunedì al venerdì.

Linea 3/A: Cilento (Sapri- Capri – Napoli)

Collegamenti A/R da Sapri per Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri e Napoli; linea attiva il martedì, mercoledì e giovedì.

Linea 3/B: Cilento (Sapri – Capri – Napoli)

Collegamenti A/R da Sapri per Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri e Napoli; collegamenti attivi il lunedì e venerdì.
[Edited by Mark Corleone 1/26/2016 3:12 PM]
1/26/2016 4:02 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 14,777
Registered in: 2/13/2012
che? :rofl:

Nn ho capito non ci sono servizi da Napoli nel week-end? :O
[Edited by Madeco 1/26/2016 4:02 PM]
1/28/2016 10:57 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
^^^ ecco appunto:
Metrò del Mare, altolà di de Magistris a De Luca: "Non puoi dimenticarti di Napoli"

"Non ci si può distrarre su Napoli. La città deve avere un'attenzione istituzionale maggiore da parte del governo e della Regione. Palazzo Santa Lucia non può escludere Napoli dal Metrò del mare, è impensabile". Luigi de Magistris usa toni pacati ma netti. La decisione della Regione di ridurre Napoli, rispetto a Salerno, a una fermata di serie B del nuovo Metrò del mare non va giù al primo cittadino.

Sindaco, cosa ne pensa del Metro del mare?
"Ho sottolineato più volte alla Regione, prima con Caldoro oggi con De Luca, l'importanza del trasporto via mare nella città metropolitana, per i residenti ma anche per i visitatori, visto che Napoli sta vivendo una stagione turistica senza precedenti. Ho sempre parlato di un grande trasporto pubblico dei golfi che va da Pozzuoli a Sorrento con tutte le città di mare che si affacciano. Serve un investimento importante da parte della Regione che non si può sottrarre e non può non mettere Napoli al centro del progetto".

Ritiene Palazzo San Lucia troppo concentrata su Salerno e poco su Napoli?
"Non voglio sembrare troppo partigiano della mia città, ma distrarsi su Napoli è come non fare politica. È come non aver ruolo istituzionale. Penso che Napoli debba avere un'attenzione istituzionale complessiva maggiore. Da parte del governo lo diciamo da tempo, ma vale altrettanto per la Regione. Ho sempre pensato che il decollo di Napoli, che sta avvenendo nonostante tutto, fa bene all'intero Mezzogiorno e all'intero Paese. Stiamo per presentare un bilancio di fine consiliatura: da un lato dico con orgoglio che abbiamo ottenuto grandi risultati con i denti e con le nostre risorse, però, devo aggiungere che è faticoso andare avanti sempre da soli".

Cosa chiede alla Regione?
"Noi stiamo finendo momentaneamente la nostra esperienza, la Regione Campania che ha appena iniziato, invece, deve essere sul pezzo e non considerare questi argomenti secondari. Come si fa a non comprendere l'importanza di realizzare un trasporto pubblico via mare? Servirebbe anche a decongestionare il traffico e a combattere l'inquinamento. Promuovere un trasporto via mare da Pozzuoli a Sorrento, credo che sia una cosa di buon senso".

E invece Napoli è praticamente tagliata fuori. Perché?
"Non posso pensare che si tratti solo di una distrazione, evidentemente sono scelte politiche e andrebbe fatta la domanda a De Luca. Ho proposto più volte un trasporto via mare pubblico-turistico, se questo non accade per una distrazione si ripari alla distrazione. Se non si è data la dovuta importanza alla cosa, che la Regione la dia. Se si tratta, invece, di una scelta politica, la si spieghi. Perché non si può pensare che Napoli non abbia la centralità nel Mezzogiorno e non si può pensare di fare il Metro del mare senza Napoli".

Ne ha parlato con il governatore?
"Con De Luca negli incontri che abbiamo avuto che, per la verità, non sono stati tanti, ho indicato tra le priorità anche il trasporto sul mare".

La questione Metrò del mare abbraccia il turismo, anche in questo caso vi sentite lasciati soli?
"In questi cinque anni non c'è stata un'attività di sostegno economico significativo sul Comune di Napoli da parte della Regione. Non abbiamo goduto di finanziamenti rilevanti, consistenti. Ricordiamo, invece, che nelle stagioni passate, prima del nostro arrivo, c'erano attenzione ed erogazione forte di fondi, sebbene Napoli non avesse nessuna stagione turistica: erano finanziamenti che producevano ben poco. Oggi, considerato il boom turistico-culturale, è chiaro che dovremmo essere maggiormente sostenuti: ed è la Regione detentrice delle leve economiche".

Con la Regione però siete vicini a un accordo per il trasporto gomma-ferro. Tornerà Unico?
"Stiamo per definire un accordo importante. Vogliamo rilanciare in un'ottica metropolitana il trasporto gomma-ferro. E lo riusciamo a fare grazie al consolidamento dell'Anm e del lavoro che stiamo facendo con il Ctp. Caldoro e l'ex assessore Vetrella avevano una visione dello spezzatino, di comparti stagno, oggi facciamo un ragionamento unitario all'interno della città metropolitana. Vogliamo realizzare una partnership delle aziende e creare un soggetto forte che si può presentare in modo unitario sul mercato. L'obiettivo è anche superare la disparità di trattamento del costo dei biglietti che esiste tra Napoli e i comuni dell'ex provincia".
[Edited by Mark Corleone 1/28/2016 1:30 PM]
1/28/2016 12:16 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
L'ultima frase è pienamente condivisibile.
1/28/2016 12:17 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,549
Registered in: 3/5/2012
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:34 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com