Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | « 37 38 39 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Aeroporto di Napoli - Capodichino

Ultimo Aggiornamento: 18/10/2017 13.10
05/10/2017 02.39
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 45
Registrato il: 04/02/2017
05/10/2017 02.46
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 45
Registrato il: 04/02/2017
Nessun complotto contro Ryanair.Il CEO O'Leary sapeva già da tempo cosa sarebbe successo a settembre. E questo articolo lo conferma.

www.repubblica.it/economia/finanza/2017/10/02/news/ryanair_l_affare_di_o_leary_prima_del_caos-17...
05/10/2017 10.18
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 8.536
Registrato il: 16/04/2012
Admin
Volotea su Capodichino ha registrato un trend di crescita con più di 171.300 passeggeri internazionali in partenza dal Capodichino e un incremento del 72%. annuncia oggi l'avvio di 2 nuove rotte alla volta della Grecia per l'estate. Dallo scalo partenopeo partiranno infatti i collegamenti verso Cefalonia (dal 27 giugno con frequenze fino a 2 volte a settimana e un'offerta totale di 4.800 biglietti) e Rodi (al via dal 28 giugno una volta a settimana per un totale di 3.800 posti in vendita).
17/10/2017 10.57
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 8.536
Registrato il: 16/04/2012
Admin
Na.Samurai, 01/10/2017 20.52:

http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/33515 Il Comune vede la sua quota di Gesac. Non ne capisco abbastanza di economia da dare una mia valutazione; spero sia una buona mossa...





Gesac, F2i rileva la quota del 12% messa in vendita dal Comune di Napoli


Nuovo passaggio azionario per Gesac, la società di gestione dell’aeroporto di Capodichino, che fu il primo caso di privatizzazione in Italia. Il Comune ha ceduto una quota, pari al 12% del capitale di Gesac con una gara pubblica. Ad aggiudicarsela (anche se ancora manca l’assegnazione formale), per 35,5 milioni (l’importo a base d’asta era di 35 milioni e 290mila euro) è stata la società F2i che già era titolare del 75% delle azioni. L’azionista di maggioranza, quindi, sale all’82% del capitale, mentre il Comune di Napoli conserva solo lo 0,5 per cento.

Resta immutata la quota della Città Metropolitana di Napoli, analoga a quella che era in possesso del Comune, pari a 12,5% delle azioni.
La cessione era stata decisa dalla giunta guidata da Luigi De Magistris nella legge di bilancio e successivamente nell’ambito del piano di riorganizzazione delle partecipate. Una decisione adottata per necessità di far cassa, ma a malincuore trattandosi di una delle società partecipate più virtuose.

La Gesac infatti registra importanti successi a Capodichino dove il traffico passeggeri quest’anno è già cresciuto del 23% con veri e propri record (in relazione alla categoria 5-10 milioni) nei mesi di luglio e agosto.

L’amministrazione comunale intende conservare (sarà definito contrattualmente presto) una quota minima ma sufficiente ad assicurarle una presenza in cda, necessaria a continuare a interloquire in maniera significativa su eventuali decisioni di impatti occupazionali o di servizio al territorio. Soddisfatta la società F2i che annuncia una gestione nel segno della totale continuità rispetto al passato. E aggiunge: «Sarebbe utile poter attuare sinergie con altre strutture aeroportuali dell’area. In passato si era avviata una discussione sugli aeroporti pugliesi ma le resistenze locali hanno fatto sì che il progetto venisse accantonato. In realtà, avrebbe senso gestire scali vicini in un’ottica sinergica piuttosto che di concorrenza, come per l’aeroporto di Pontecagnano».

La storia
Gesac, Gestione Servizi Aeroporti Campani è stata costituita nel 1980, a maggioranza pubblica, su iniziativa del Comune di Napoli, della Provincia di Napoli e dell’Alitalia (la quota di quest’ultima è stata successivamente rilevata dalla Sea di Milano). Nell’agosto del 1997, gli enti pubblici azionisti hanno ceduto alla Baa, gruppo inglese leader nel mondo nella gestione aeroportuale, ognuno, il 35% delle azioni in proprio possesso. Con l’acquisizione del pacchetto azionario di maggioranza da parte di Baa, lo scalo di Napoli è il primo aeroporto italiano ad essere privatizzato. Nel maggio 1999, Baa cede una quota azionaria pari al 5% all’Interporto Campano Spa (partecipazione oggi detenuta attraverso la società Aliport Srl) . Nel giugno 2006 il Consorzio Airport Development Investment Ltd – guidato dal gruppo spagnolo Ferrovial, acquisisce la proprietà del gruppo Baa, divenendo l’azionista di riferimento della Società di Gestione. Il 21 dicembre 2010, in seguito all’accordo siglato il 1° ottobre, è stata perfezionata la cessione della maggioranza azionaria di Gesac, e dunque il passaggio definitivo dal gruppo spagnolo Ferrovial al gruppo italiano F2i – Fondi Italiani per le Infrastrutture- Sgr. Il fondo è presente anche in Sagat di Torino, Sea S.p.A. (Aeroporti di Milano Malpensa e Linate).
[Modificato da Mark Corleone 17/10/2017 11.14]
17/10/2017 18.33
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.587
Registrato il: 15/02/2012
non saprei dire se è una buona o una cattiva notizia
18/10/2017 11.36
 
Modifica
 
Quota
OFFLINE
Post: 434
Registrato il: 23/02/2012
di negativo credo ci sia solo il fatto che il comune ha perso una rendita fissa annuale...
18/10/2017 13.10
 
Modifica
 
Quota
ONLINE
Post: 3.438
Registrato il: 06/09/2014
Minima
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | « 37 38 39 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 15.20. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com