Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

Campania | Ambiente e Salute

Last Update: 3/24/2020 12:28 PM
2/15/2016 9:00 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012



...
2/19/2016 12:00 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,474
Registered in: 2/27/2013
Conosco di fama il professor Curcio conosco il suo spirito di abnegazione ed è grazie a lui che ancora una volta il Monaldi si trova ai primi posti in Italia per una tecnica chirurgica mininvasiva

:applausi:


__________________________
La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso

2/19/2016 3:24 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,717
Registered in: 2/16/2012
Bene! Complimenti al professore :)
3/11/2016 8:51 AM
 
Modify
 
Quote
De Luca mi sta simpatico e lo reputo pure un buon amminisratore ma tra Sanità e Trasporti nun sta capenn nient www.ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_donna_morta_ospedale_cuore-1603...
3/11/2016 10:58 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,068
Registered in: 3/3/2012
Mi pare che in questo caso de luca c'entri poco

__________________________
Salutandovi indistintamente..

http://www.pianofortegioiello.it/
3/11/2016 11:14 AM
 
Modify
 
Quote
Ti sbagli.la riorganizzazione dei reparti e la morte del San Paolo sono state decise in questa consiliatura.è vero che siamo ancora commissariati e che quindi i poteri ultimi spettino a Polimeni ma non c'è nessuna inversione di tendenza
3/18/2016 7:14 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,774
Registered in: 2/13/2012
Ecoballe, assegnati i primi lotti. De Luca: «Via 500mila ecoballe, i primi camion partono a fine aprile». Ci sarà anche Renzi


"Sono stati assegnati i primi cinque lotti per la rimozione delle ecoballe dalle aree di Giugliano e Villa Literno per un volume complessivo di 500mila tonnellate". Così il governatore Vincenzo De Luca ai microfoni di Lira Tv. "Si tratta - ha sottolineato il presidente della Regione - di una svolta storica. A fine aprile partiranno i primi camion con le ecoballe che vanno via dalla Campania". In quell'occasione al fianco di De Luca dovrebbe esserci anche il premier Matteo Renzi, il cui governo ha stanziato 150 milioni per la rimozione delle ecoballe e per le altre questioni ambientali della Campania.

L'ex sindaco di Salerno si sofferma sull'iter avviato: "Si tratta di una procedura negoziale che consente di affidare alle 5 imprese aggiudicatarie un altro lotto o di negoziare con altre imprese accreditate. Quindi, di fatto, abbiamo già una copertura per un milione di ecoballe". Non fa sconti, poi, ai suoi avversari che "sulle ecoballe hanno detto tante imbecillità. E invece noi stiamo risolvendo il problema".



link

era ora direi che si mettesse mano
5/24/2016 11:46 AM
 
Modify
 
Quote
Questa notizia credo possa andare qui

Iniziate le operazioni di prelievo di oltre 5000 tonnellate di pneumatici


A conclusione di un lungo lavoro procedurale iniziato circa 8 mesi fa, iniziano oggi le operazioni di prelievo di oltre 5000 tonnellate di pneumatici fuori uso in zona Gianturco( :O ), in un deposito abbandonato da 8 anni. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro sinergico del Comune di Napoli, la Procura di Napoli, la Polizia Ambientale dei Vigili Urbani di Napoli, il comitato di Controllo per l'applicazione del Protocollo per la prevenzione dei roghi in Campania presieduto dal Prefetto Cafagna e il Ministero per l'Ambiente. Le operazioni dureranno oltre due mesi e vedono coinvolti 6 Aziende scelte dal Consorzio Ecopneus per il ritiro gratuito dei pneumatici e il Comune di Napoli per tutte le attività di supporto e di logistica per mettere in piena praticabilità tutte le operazioni.

L'Assessore all'Ambiente esprime grande soddisfazione per un lavoro di squadra che ha permesso questo importante risultato eliminando una gravissima situazione di pericolo e dimostrando come la filiera istituzionale, tutta insieme, opera per il bene comune.
5/24/2016 1:18 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,097
Registered in: 2/13/2012
si ma non è gianturco. Si tratta della zona delle botteghelle, a ponticelli.

tutti questi copertoni li vedo dal treno, sono li da molti anni, pensavo fosse un sito di stoccaggio, forse lo era.
5/24/2016 7:41 PM
 
Modify
 
Quote
5/24/2016 10:55 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,097
Registered in: 2/13/2012
non vorrei farei il saccente, ma neanche quelli del comune sanno dove si trovano?

Questo enorme deposito si trova qui
www.google.it/maps/@40.8754495,14.3177103,3a,66.8y,92.44h,86.07t/data=!3m4!1e1!3m2!1sjzOVOFYCmSQceDuvdw...

la zone delle botteghelle, cioè Ponticelli. Gianturco non è lontanissimo, ma è più giù

sono anni che mi guardo questa montagna di copertoni dal treno. Oltre da chi arriva dalla linea per cancello, questo lo vede anche chi arriva con l'AV da roma o da Salerno.
5/31/2016 2:58 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,474
Registered in: 2/27/2013
Intanto a Taverna del re la gente non molla
la gente non si fida
Non tutti vedono una grande vittoria in questa movimentazione di ecoballe
Persistono tanti dubbi
Rimosse solo due ecoballe la prima e l'ultima
Gli attivisti controllano e vigilano sempre


__________________________
La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso

5/31/2016 3:11 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,331
Registered in: 2/13/2012
Vabbè però quel cartello a destra mi sa tanto di attributi recisi per fare il dispetto alla moglie :tafazzi:
6/6/2016 9:23 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,474
Registered in: 2/27/2013
Il Comune di Napoli annulla la gara per la rimozione dell’amianto aggiudicata lo scorso inverno ad una impresa che ha tra i soci un condannato in Corte di Appello per traffico illecito di rifiuti, con l’aggravante del disastro ambientale. In attesa del bando che designerà il nuovo vincitore, sono finalmente iniziate in varie strade cittadine le opere di messa in sicurezza del micidiale materiale e le sta eseguendo l’impresa Segenia.

C’è una doppia svolta, dunque, nella spinosissima vicenda che si trascinava da alcuni mesi. Il caso riguarda l’aggiudicazione da parte di Palazzo San Giacomo ad Atr della gara da 204.750 euro per la rimozione su chiamata e per lo smaltimento dell’ amianto.

L’azienda aveva vinto in virtù di un ribasso del 44,9%. Avrebbe dovuto lavorare, dunque, per 112.776 euro. Giovanni Pellini, socio di Atr con un quinto delle quote, era stato condannato a fine gennaio 2015 in Corte di Appello a sette anni di reclusione (si attende ora il verdetto della Cassazione), perché ritenuto dai giudici, insieme ai suoi fratelli Cuono e Salvatore, il terminale di un traffico illecito di rifiuti pericolosi provenienti dal Veneto

Appreso ciò Palazzo San Giacomo fece un primo passo indietro e non stipulò il contratto.

Si era creata, dunque, una situazione di attesa. Da un lato il vicesindaco Raffaele Del Giudice era tutt’altro che entusiasta di affidare ad Atr, alla luce dei precedenti di uno dei soci, la rimozione dell’amianto in città. Dall’altro c’era il timore che la revoca dell’aggiudicazione della gara avrebbe offerto all’impresa un comodo gancio per un’azione di rivalsa giudiziaria.

A dispetto delle vicende penali che hanno interessato Giovanni Pellini, infatti, Atr risulta regolarmente iscritta all’albo nazionale degli smaltitori tenuto dal ministero dell’Ambiente e lavora con varie amministrazioni pubbliche.

Dopo mesi di riflessione e mentre l’amianto restava abbandonato in strada — dove lo lasciano i criminali che in questo modo risparmiano sui costi di smaltimento in impianti autorizzati ed adeguati — arriva adesso la decisione del Comune, che taglia fuori la società aggiudicataria lo scorso inverno dell’appalto.

«Nell’ambito di una riorganizzazione tecnica del servizio», dice il vicesindaco di Napoli, «si è proceduto ad annullare la gara». Parole pesate col bilancino. Secondo indiscrezioni che trapelano da Palazzo San Giacomo il nuovo appalto sarà assegnato non più direttamente dal Comune, ma da Asìa Napoli. Sarà quest’ultima a preparare il bando e poi ad affidare il servizio di prelievo e di smaltimento dell’amianto ad un privato. Il capitolato della nuova gara potrebbe essere pronto in tempi piuttosto brevi.

Nel frattempo, Del Giudice lancia due appelli ai napoletani. Il primo: «Se notate qualcuno che lascia amianto in strada, memorizzate il numero di targa e segnalatemelo scrivendo a vicesindaco@napoli.it. E’ una battaglia campale. Ad oggi, in città, abbiamo trenta siti dove va rimosso questo materiale. Un pericolo per noi tutti ed un costo per l’amministrazione. Da parte nostra, per intensificare i controlli abbiamo fornito di 12 nuove motociclette i vigili che svolgono compiti di polizia ambientale ».

Il secondo appello: «Se eseguite lavori che prevedono la rimozione dell’amianto, affidatevi a ditte serie e certificate, informatevi su dove lo porteranno e chiedete di prendere visione della documentazione».

__________________________
La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso

6/29/2016 3:28 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Rifiuti, 27 milioni di danni per omessa bonifica in Campania

La Guardia di finanza ha notificato le prime 15 richieste di risarcimento per la mancata bonifica delle discariche - mettendo gravemente a rischio la salute dei cittadini e arrecando gravi danni all'ambiente - che costò all’Italia una multa della Corte di giustizia europea in tema di rifiuti. Nel mirino sindaci e funzionari della Regione. Un danno da 27 milioni. Tra i destinatari degli inviti a dedurre per danno erariale emessi dalla Corte dei Conti della Campania ci sono anche Antonio Bassolino e Stefano Caldoro, due ex presidenti della Regione Campania e l'ex assessore all'Ambiente Giovanni Romano.

L’inchiesta del sostituto procuratore della Corte dei conti, Donato Luciano, ritiene di aver individuato coloro i quali erano responsabili del riassetto delle discariche ma, a causa della loro inerzia, hanno costretto l’Unione europea a sanzionare l’Italia nel dicembre 2014.
Omessa bonifica delle discariche in Campania, un danno da 27 milioni


Condividi
Sono circa 200 i siti di sversamento finiti nel mirino della commissione europea, dislocati in 18 regioni italiane: ben 48 si trovano in Campania. I finanzieri del Nucleo polizia Tributaria comandato da Giovanni Salerno hanno calcolato, discarica per discarica, l’impatto della Campania sul totale della multa pagata dal governo: il danno, come detto, è di 27 milioni di euro. Sono quattro i primi provvedimenti notificati, ma saranno oltre un centinaio i soggetti coinvolti dall’indagine.
Terra dei Fuochi, Don Patriciello: ''Solo un cieco non vede quello che sta succedendo''


Condividi
Secondo la Guardia di Finanza e la Corte dei Conti i vertici degli enti competenti non avrebbero adottato tutte le misure necessarie malgrado la legge fosse esplicita sull'attribuzione delle competenze e benché i progetti di bonifica fossero stati ampiamente finanziati dalla Regione Campania nel giugno del 2013, attingendo dalle risorse del POR Campania 2007/2013.

L'Unione Europea ha condannato l'Italia a pagare una somma forfettaria di 40 milioni e penalità semestrali pari a 42,8 milioni di euro, fino alla completa esecuzione delle relative sentenze di condanna della Corte di Giustizia.

L'elenco dei destinatari. Oltre gli ex presidenti della Giunta regionale Antonio Bassolino (a cui il provvedimento è stato notificato anche in qualità di commissario all'emergenza alle bonifiche e tutela delle acque); l'ex governatore Stefano Caldoro e l'ex assessore regionale all'Ambiente Giovanni Romano, g i altri inviti a dedurre riguardano tre amministratori pubblici attualmente in incarica, tutti in provincia di Avellino: Francesco Ricciardi, sindaco di Monteverde ed ex responsabile unico per le bonifiche; Antonio Russo, neo sindaco di Rotondi, a cui le contestazioni sono state notificate in qualità dell'incarico ricoperto in passato di responsabile unico delle bonifiche; e Stefania Di Cicilia, neo sindaco di Villamaina. Anche per lei l'invito a dedurre riguarda l'incarico ricoperto in passato di responsabile unico delle bonifiche. Tra i destinatari anche Massimo Menegozzo, ex commissario delegato per le criticità in materia dei suoli, delle falde e dei sedimenti inquinati e di tutela delle acque superficiali della Regione Campania; Angelantonio Caruso, ex sindaco di Andretta (Avellino); Ines Giannini, ex commissario prefettizio di Andretta (Avellino); Luigi Antonio Scanzano, ex responsabile unico di procedimento ad Andretta (Avellino); Maurizio Rosa, ex responsabile unico delle bonifiche di Monteverde (Avellino); Bartolomeo Esposito, ex vice sindaco reggente di Rotondi (Avellino); Gabriele Lanzotti, ex responsabile unico bonifiche di Rotondi (Avellino); Michele Marruzzo, ex sindaco di Villamaina (Avellino); e Giovanni Vuolo, ex responsabile unico di procedimento di Villamaina (Avellino).
6/29/2016 8:21 PM
 
Modify
 
Quote
Totonno
7/21/2016 8:32 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,331
Registered in: 2/13/2012
8/5/2016 9:55 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,474
Registered in: 2/27/2013
Lanciatori di sacchetti tremate!!!!!


Ad Acerra-il-comune-apre-i-sacchetti-selvaggi-identificati-e-multati-gli-incivili/

__________________________
La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso

8/5/2016 11:57 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,774
Registered in: 2/13/2012
stabben!
11/9/2016 3:58 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
la Giunta regionale ha approvato la delibera che stanzia 1.508.000 euro per il completamento degli impianti di compostaggio del Comune di San Tammaro e di Giffoni Valle Piana.
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:17 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com