Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

PER I NUOVI ISCRITTI: comunicare ai moderatori via MP la propria adesione al forum

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Napoli | Rifacimenti edilizi e progetti urbanistici di media-piccola importanza

Last Update: 7/15/2020 1:53 PM
10/18/2017 10:21 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Aggiornamento sul Polifunzionale di Piscinola in commissione Giovani




La commissione Giovani, presieduta da Claudio Cecere, ha incontrato questa mattina Michela Secondulfo della direzione centrale Patrimonio, Rosario Postiglione e Massimo Todisco del servizio Valorizzazione sociale degli spazi di proprietà comunale e Federica Cola dello staff del Sindaco per un aggiornamento sulla situazione di vari spazi del Polifunzionale di Piscinola.

Il focus della riunione odierna, ha precisato il presidente Cecere, su due aspetti specifici - quello dell'assegnazione della buvette e quello dell'area verde assegnata a Cinerapa srl - è stata l'occasione per una panoramica delle varie problematiche che riguardano la struttura che rappresenta, ha detto il presidente Cecere, una grande opportunità per il territorio. La commissione tornerà a riunirsi periodicamente per seguire l'evoluzione delle questioni.
Gli interventi relativi al Polifunzionale, ha spiegato Secondulfo, sono di competenza di vari uffici, dal Patrimonio a Politiche per la casa al servizio Valorizzazione sociale degli spazi, di recente istituzione, ed un tavolo tecnico è attivo per coordinare i vari aspetti.
Sulla buvette, le verifiche fatte dall'ufficio Tutela del patrimonio hanno mostrato che al momento il locale, per il quale non esisteva una assegnazione legittima, è vuoto. Dopo una ulteriore verifica e la determinazione, in base alla planimetria e ad altri elementi, del canone, sarà oggetto di un bando con evidenza pubblica, procedura che, come ha sollecitato il presidente della commissione, potrebbe essere più celere rispetto a quella, più generale, in corso per l'assegnazione dei locali del I, II e III piano del Polifunzionale. In questo caso, infatti, dopo una manifestazione di interesse svoltasi lo scorso anno, si sta redigendo il bando, per la pubblicazione del quale occorrono 3 settimane; il bando raccoglierà il ventaglio di indicazioni venute dalla manifestazione di interesse per attività nell'ambito dello sport, del sociale, della cultura e della formazione. Problema particolare, quello della piscina per tuffi, mai entrata in funzione, per la quale, viste le cifre notevoli che sarebbero necessarie per riportarla alla funzione originaria, si sta valutando la possibilità di destinarla sempre ad usi sportivi, ma in ambiti diversi (proposte sono arrivate per un pista di skate o per il tiro con l'arco, ad esempio).

Problema delicato, quello che riguarda le strutture e l'area verde che furono assegnate alla Cinerapa srl, una situazione che sicuramente sfocerà in un contenzioso con la stessa società in quanto i locali - che ospitavano gli studios della fiction "La squadra" - non sono stati sgomberati da materiali e attrezzature; inoltre, è da verificare se l'area è oggetto di sequestro giudiziario a seguito degli incendi, dolosi, che si sono verificati negli anni passati.

Sull'area verde, che è stata oggetto prima dell'estate di un intervento di pulizia straordinaria da parte di Napoli Servizi, il presidente Cecere ha chiesto un approfondimento sia riguardo ai costi dell'intervento che all'area sulla quale si è intervenuti; la cura del polifunzionale potrebbe essere assegnata in via ordinaria, nel nuovo contratto, a Napoli Servizi, ha suggerito il consigliere Andreozzi (Dema), aggiungendo che è necessario accelerare le procedure per ridare fruibilità al complesso e alle molte strutture che insistono nell'area, accogliendo anche i suggerimenti delle associazioni che si erano rese disponibili ad organizzare eventi nell'area verde per sottrarla al degrado.




il polifunzionale è una struttura enorme e recuperarlo rappresenterebbe una grossa occasione per il territorio. al suo interno già possiede un teatro e vi è anche una biblioteca comunale poco utilizzata (io ci andavo spesso per studiare).
[Edited by Mark Corleone 10/18/2017 10:22 AM]
10/18/2017 3:15 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,771
Registered in: 2/13/2012
Io non ne sapevo nemmeno dell'esistenza. Speriamo bene!
11/30/2017 4:25 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Re:
Ninconanco81, 20/03/2017 15:01:

Al posto dell'ex birreria Peroni nei pressi della costruenda stazione di via Regina Margherità sta per sorgere il complesso "Birreria"

Si svilupperà su un’area di circa 10 ettari

Avremo un centro commerciale urbano con oltre 70 tra negozi e medie strutture, un supermercato di 2500 mq, in più 300 appartamenti di piccolo e medio taglio, un centro servizi, un sistema di parcheggi a più piani, aree dedicate al relax e benessere, un parco urbano pubblico

Completerà il tutto un centro per la sorveglianza e per la manutenzione del luogo.

In allegato anche una foto storica dall'alto










i lavori stanno procedendo. ho trovato altre immagini di altri rendering molto interessanti :










e un articolo che spiega nel dettaglio il progetto



Il complesso polivalente si chiama «La Birreria» Sorgerà a Miano, nella periferia nord di Napoli


Nascerà su un’area di circa 10 ettari, e si chiamerà «La birreria», il complesso polifunzionale nella zona di Miano dove un tempo lavorava la «Peroni». Una svolta per l’area nord di Napoli, e non solo, viste le dimensioni dell’intervento. Due anni di lavori per realizzare residenze, aree commerciali, intrattenimento, servizi e spazi verdi che si integreranno e conviveranno in maniera sostenibile con l’impiego delle più moderne tecnologie.
Molto ruoterà intorno ad un centro commerciale urbano con oltre 70 tra negozi e medie strutture e un supermercato di 2500 metri quadrati, oltre 300 appartamenti di piccolo e medio taglio, un centro servizi, un sistema di parcheggi interrati e multipiano, aree relax e benessere, un parco urbano pubblico ma gestito direttamente dall’attuale proprietà, un centro per la sorveglianza e manutenzione del luogo. Comune di Napoli e Regione Campania hanno approvato un piano urbanistico attuativo deliberato dal Comune: previsti investimenti privati per oltre 100 milioni di euro.

L’opera di riqualificazione urbana coinvolge anche il quartiere, con l’acquisizione al patrimonio comunale del parco esistente all’interno della ex fabbrica, ricco di importanti essenze arboree e che sarà comunque, come già detto, la cui manutenzione sarà a carico del privato, oltre alle opere di edificazione del centro polifunzionale verrà migliorato l’assetto viabilistico al contorno con allargamento delle sedi stradali e riqualificazione delle stesse, il tutto si rapporterà con il collegamento alla nuova stazione «Margherita» della metropolitana, i cui lavori saranno presto ripresi e conclusi nell’arco di due anni, consentendo il collegamento rapido con il centro di Napoli. Immancabile uno shopping center e degli spazi di intrattenimento dei servizi e del parco, con la realizzazione di oltre 300 residenze poco distanti dal Parco di Capodimonte. Tra i servizi alla persona previsti ci sono centro medico, kinder garden, sicurezza, e saranno tutti a tutela dei residenti. La qualità del recupero urbano consentirà di preservare la memoria storica del luogo con il recupero delle strutture originarie, mentre saranno realizzate ex novo tutto il complesso delle residenze e il sistema dei parcheggi e parte del centro commerciale.
L’intervento è cofinanziato da Intesa Sanpaolo. Le opere in corso garantiranno lavoro per 2 anni a circa 300 lavoratori; mentre ad opera finita lavoreranno nel complesso, tra servizi e commercio, non meno di 200-250 giovani adeguatamente formati.

I lavori sono realizzati dal consorzio Cosap, che raggruppa diverse imprese coordinate dall’ingegner Alfredo Parisi con la direzione tecnica dell’ingegner Paolo Taddei. Amministratore di Cosap è Giuseppe Sarubbi, napoletano di origini lucane, da due anni Ad del Consorzio che ha realizzato, tra l’altro, opere al padiglione Cina dell’Expo 2015; alla Base Nato a Lago Patria; alla stazione dell’alta velocità a Battipaglia; interventi di ristrutturazione del palazzo delle Poste Italiane di via Cordusio a Milano; opere al complesso Leroy Merlin di Giugliano e Decathlon di Casoria. Ultimi lavori, solo in ordine di tempo, i lavori per la ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio San Paolo. «Il cantiere — ha spiegato Sarubbi — è sotto il controllo continuo delle forze dell’ordine al fine di evitare qualsiasi genere di infiltrazione malavitosa avendo sottoscritto il “patto della legalità” istituito dall’Acen. Il committente dell’opera è l’ingegner Gualtiero Cualbu che sovrintende la realizzazione dell’opera attraverso la direzione dei lavori curata dall’ingegner Pier Giorgio Columbu e dall’architetto Antonio Amato». Il progetto esecutivo dell’opera, coordinato dall’architetto Michela Genovese, è stato redatto dalle società d’ingegneria Lombardini 22 e Copec.






ad ottobre intanto è stato anche ​completato il rifacimento della rotatoria all'incrocio di Via Cupa della Vedova con l'installazione contestuale degli impianti di illuminazione pubblica e la manutenzione dei muretti prospicienti i marciapiedi. Ma si tratta solo di una piccola porzione del più vasto programma di miglioramento anche dell’assetto viabilistico di contorno.


[Edited by Mark Corleone 11/30/2017 4:27 PM]
11/30/2017 4:40 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,427
Registered in: 2/15/2012
be mi sembra un ottimo recupero ed un ottimo progetto anche se io avrei tematizzato un pò il tutto aprendo ad esempio degli spazi per birrifici artigianali+pubs, in modo da tenere collegata la struttura con il suo scorso storico e renderla un pò vivibile anche di sera
11/30/2017 8:12 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,088
Registered in: 2/13/2012
dalle immagini dal satellite, aggiornate allo scorso mese di agosto, si vedono i lavori in corso.
12/2/2017 5:24 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 128
Registered in: 2/4/2017
Quindi,Granpacco,vuoi dire che il progetto Birreria che "consentirà di preservare la memoria storica del luogo con il recupero delle strutture originarie" è ottimo, mentre recuperare un capannone alla Sofer o all'Ilva è sbagliato? :)
12/3/2017 12:04 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,427
Registered in: 2/15/2012
Pasquale2017, 02/12/2017 17.24:

Quindi,Granpacco,vuoi dire che il progetto Birreria che "consentirà di preservare la memoria storica del luogo con il recupero delle strutture originarie" è ottimo, mentre recuperare un capannone alla Sofer o all'Ilva è sbagliato? :)



Se ricordi bene ho detto che nell'entroterra che é luogo privo di attrattive avrei avvallato discorsi del genere, mentre sulla costa e specie in zone altamente paesaggistiche con una vocazione al turismo invidiabile, circodati da arte e storia non ci avrei pensato un attimo ad abbattere questi ecomostri che solo un pazzo criminale poteva far nascere in quelle zone ;)
12/3/2017 12:09 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,427
Registered in: 2/15/2012
Ricordando che nel caso specifico dell'Ilva é stato perpetuato negli anni passati un disastro ambientale che ha fatto morire persone innocenti, ha rovinato le terre ed inquinato i mari, altro che vele per giustizia divina quegli scheletri che puzzano di morte dovrebbero essere rasi al suolo come se non ci fosse un domani
12/4/2017 12:06 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 128
Registered in: 2/4/2017
Come se non ci fosse un domani...e come non ci fosse mai stato ieri.
12/5/2017 6:19 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 7
Registered in: 5/26/2015
Re:
granpacco, 30/11/2017 16.40:

be mi sembra un ottimo recupero ed un ottimo progetto anche se io avrei tematizzato un pò il tutto aprendo ad esempio degli spazi per birrifici artigianali+pubs, in modo da tenere collegata la struttura con il suo scorso storico e renderla un pò vivibile anche di sera


Sono d'accordo... da piccolo ricordo che c'era un pub e papà ci portava sempre... ricorda sempre con nostalgia che la birra era buonissima, appena uscita dalla fabbrica.


__________________________
Vedi Napoli e poi muori
12/19/2017 9:39 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Re:
Mark Corleone, 18/10/2017 10:21:

Aggiornamento sul Polifunzionale di Piscinola in commissione Giovani




La commissione Giovani, presieduta da Claudio Cecere, ha incontrato questa mattina Michela Secondulfo della direzione centrale Patrimonio, Rosario Postiglione e Massimo Todisco del servizio Valorizzazione sociale degli spazi di proprietà comunale e Federica Cola dello staff del Sindaco per un aggiornamento sulla situazione di vari spazi del Polifunzionale di Piscinola.

Il focus della riunione odierna, ha precisato il presidente Cecere, su due aspetti specifici - quello dell'assegnazione della buvette e quello dell'area verde assegnata a Cinerapa srl - è stata l'occasione per una panoramica delle varie problematiche che riguardano la struttura che rappresenta, ha detto il presidente Cecere, una grande opportunità per il territorio. La commissione tornerà a riunirsi periodicamente per seguire l'evoluzione delle questioni.
Gli interventi relativi al Polifunzionale, ha spiegato Secondulfo, sono di competenza di vari uffici, dal Patrimonio a Politiche per la casa al servizio Valorizzazione sociale degli spazi, di recente istituzione, ed un tavolo tecnico è attivo per coordinare i vari aspetti.
Sulla buvette, le verifiche fatte dall'ufficio Tutela del patrimonio hanno mostrato che al momento il locale, per il quale non esisteva una assegnazione legittima, è vuoto. Dopo una ulteriore verifica e la determinazione, in base alla planimetria e ad altri elementi, del canone, sarà oggetto di un bando con evidenza pubblica, procedura che, come ha sollecitato il presidente della commissione, potrebbe essere più celere rispetto a quella, più generale, in corso per l'assegnazione dei locali del I, II e III piano del Polifunzionale. In questo caso, infatti, dopo una manifestazione di interesse svoltasi lo scorso anno, si sta redigendo il bando, per la pubblicazione del quale occorrono 3 settimane; il bando raccoglierà il ventaglio di indicazioni venute dalla manifestazione di interesse per attività nell'ambito dello sport, del sociale, della cultura e della formazione. Problema particolare, quello della piscina per tuffi, mai entrata in funzione, per la quale, viste le cifre notevoli che sarebbero necessarie per riportarla alla funzione originaria, si sta valutando la possibilità di destinarla sempre ad usi sportivi, ma in ambiti diversi (proposte sono arrivate per un pista di skate o per il tiro con l'arco, ad esempio).

Problema delicato, quello che riguarda le strutture e l'area verde che furono assegnate alla Cinerapa srl, una situazione che sicuramente sfocerà in un contenzioso con la stessa società in quanto i locali - che ospitavano gli studios della fiction "La squadra" - non sono stati sgomberati da materiali e attrezzature; inoltre, è da verificare se l'area è oggetto di sequestro giudiziario a seguito degli incendi, dolosi, che si sono verificati negli anni passati.

Sull'area verde, che è stata oggetto prima dell'estate di un intervento di pulizia straordinaria da parte di Napoli Servizi, il presidente Cecere ha chiesto un approfondimento sia riguardo ai costi dell'intervento che all'area sulla quale si è intervenuti; la cura del polifunzionale potrebbe essere assegnata in via ordinaria, nel nuovo contratto, a Napoli Servizi, ha suggerito il consigliere Andreozzi (Dema), aggiungendo che è necessario accelerare le procedure per ridare fruibilità al complesso e alle molte strutture che insistono nell'area, accogliendo anche i suggerimenti delle associazioni che si erano rese disponibili ad organizzare eventi nell'area verde per sottrarla al degrado.




il polifunzionale è una struttura enorme e recuperarlo rappresenterebbe una grossa occasione per il territorio. al suo interno già possiede un teatro e vi è anche una biblioteca comunale poco utilizzata (io ci andavo spesso per studiare).



Pronto il bando per il centro polifunzionale di Piscinola


Presieduta da Claudio Cecere, la commissione Giovani ha incontrato oggi Fabio Pascapé e Massimo Tudisco, dirigente e funzionario del servizio Valorizzazione Sociale di Spazi di Proprietà Comunale, e Francesco Cuccari, dirigente del servizio Progettazione, Realizzazione e Manutenzione del Patrimonio comunale, per discutere del bando per l’assegnazione dei locali disponibili del centro polifunzionale di Via Dietro La Vigna a Piscinola.

Il bando per l’assegnazione in concessione d’uso a titolo oneroso dei locali disponibili interni al centro polifunzionale di Piscinola – ha spiegato Fabio Pascapé – è in via di definizione e a breve verrà pubblicato. La riunione di commissione odierna è stata quindi l’occasione per illustrare i punti salienti dell’avviso pubblico, che ha fatto seguito ad una manifestazione di interesse del giugno 2016, volta a individuare progettualità per l’area del centro polifunzionale articolate su cinque macroaree: sport, cultura, sociale, formazione e tempo libero.
Diversi gli aspetti illustrati: in primo luogo la scelta di individuare un unico soggetto referente tra gli aggiudicatari, che potranno anche presentarsi in forma consorziata; è necessario inoltre considerare in maniera separata la questione dell’assegnazione della buvette, che pure dovrà avvenire attraverso un bando, e quella dell’area assegnata a Cinerapa, che è stata restituita al Comune ma che richiede una serie di sopralluoghi per verificarne le condizioni di affidamento. E’ importante – ha concluso Pascapé – che si cominci a partire con qualche attività nella struttura, serve un punto fermo per attivare un processo virtuoso che attiri anche altre iniziative.
A Massimo Tudisco, del servizio Valorizzazione Sociale di Spazi di Proprietà Comunale, e Francesco Cuccari, del servizio Progettazione, Realizzazione e Manutenzione del Patrimonio comunale, i consiglieri intervenuti (Rosario Andreozzi, Laura Bismuto e Luigi Felaco, Dema; Francesca Menna, Movimento 5 Stelle) hanno chiesto chiarimenti: sui soggetti titolati a rispondere all’avviso pubblico; sulle modalità e sui tempi di stipula degli accordi tra le associazioni che parteciperanno al bando; sui criteri di premialità delle proposte; sulle percentuali di scomputo dei canoni per il ripristino funzionale della struttura; sulle proposte avanzate con la manifestazione di interesse; sulla necessità di presentare precisi progetti di sviluppo dell’intera area.

Il presidente Cecere ha concluso la riunione rinviando a gennaio un sopralluogo presso la struttura ed un ulteriore confronto sui contenuti del bando.

2/21/2018 2:32 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 743
Registered in: 3/1/2012
Lo scatolone di pietra dimenticato...Lo Sferisterio flegreo
La stazione di Parigi Orsay,un tempo capolinea della linea RER Paris-Orleans,sull'omonimo quai d'Orsay, fu riconvertita ad uso museale quando ne fu decisa la fine esercizio. A Napoli abbiamo un gigantesco parallelepipedo rettangolo che un tempo fungeva da sala per l'esercizio di gare d'abilità a scommessa, pericolante ed inutilizzato dal 1980, che giace in via Fuorigrotta a futura memoria delle cose. Perché non rimetterlo in piedi e destinarlo a Museo collocandoci dentro tutto quello che è stato rivenuto durante i lavori di scavo della Metro? Tra l'altro il suo recupero permetterebbe di dare nuova luce ai due altorilievi sulla facciata principale che celebrano una fase di gioco della Pelota Basca e che pare siano di pregevole fattura artistica.
2/21/2018 3:25 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,822
Registered in: 4/16/2012
Come detto ci sono già molto luoghi in cui esporle. E lo sferisterio appartiene a privati.
2/22/2018 2:36 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 211
Registered in: 8/1/2017
La Sopraintendenza dei Beni Culturali ha stabilito (nel lontano '99) che la destinazione d'uso dello sferisterio non dovrebbe essere troppo diversa dall'originale. Inoltre, non vedo un'alta affinità tra una struttura architettonica degli anni '40 per uso sportivo e una destinazione d'uso di tipo archeo-museale.
Tralasciando i monumenti di Municipio, mi chiedo piuttosto perché l'E.A.V. non abbia fatto un museo della Circumvesuviana nell'ex stazione "Bayard" (mettendo fine al degrado e decadenza di quella struttura e valorizzando il capolinea della Circumvesuviana) e perché A.N.M. non abbia recuperato il deposito di Fuorigrotta se non per rifunzionalizzarlo (trovo un po' ridicolo che il servizio tranviario salti del tutto qualora il capolinea di S.Giovanni sia irraggiungibile, anche perché è più facile un'espansione della rete attuale verso ovest che verso est -però, non siamo l'unica città italiana ad avere un solo deposito tranviario, quindi più di tanto non ci si può lamentare) quanto meno per destinarlo a museo dei trasporti di Napoli mettendoci vecchi bus, filobus e tram: certo, molti modelli non esistono più, si dovrebbero fare delle riproduzioni, ma per quelli attuali che a breve dovranno essere tolti dalla circolazione è un peccato che vengano più o meno tutti rottamati (e, quasi certamente, i rimanenti "cannibalizzati")....
2/22/2018 4:55 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,427
Registered in: 2/15/2012
Lo sferisterio un tempo non doveva diventare un palaghiaccio? Deduco che siano rimaste solo chiacchiere quindi
2/23/2018 2:21 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 691
Registered in: 7/9/2012
Riguardo lo sferisterio, purtroppo, sono solo chiacchiere.
Tempo addietro ci fu un progetto ma i privati non vollero cedere. Preferiscono tenerlo chiuso ed abbandonato piuttosto che "svenderlo". Lo Stato, in questi casi, dovrebbe prenderselo e basta visto lo stato di abbandono. Sono queste le cose che fanno impazzire.

__________________________
Amo Napoli nonostante le sue contraddizioni!
7/6/2018 11:36 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,331
Registered in: 2/13/2012
7/7/2018 10:49 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,068
Registered in: 3/3/2012
zitta zitta la città metropolitana è quella che funzione discretamente meglio, ottimo progetto!

__________________________
Salutandovi indistintamente..

http://www.pianofortegioiello.it/
7/7/2018 12:00 PM
 
Modify
 
Quote
bubolazza, 07/07/2018 10.49:

zitta zitta la città metropolitana è quella che funzione discretamente meglio, ottimo progetto!


Perché ha i soldi
7/10/2018 7:10 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 439
Registered in: 7/6/2012
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:11 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com