World Urban Forum 6 | UNITED NATIONS - 2012

Pages: [1], 2
Madeco
00Friday, February 17, 2012 3:53 PM
[IMG]http://i42.tinypic.com/21e5e1x.jpg[/IMG]

www.worldurbanforum.org

www.wufnapoli.it

www.unhabitat.org



Il World Urban Forum è il più grande ed importante evento delle Nazioni Unite sulle città e sul futuro dei nostri centri urbani.

Migliaia di partecipanti provenienti dal settore pubblico e privato, dalla società civile, dal mondo accademico e dei media si riuniranno a Napoli nel settembre del 2012.

I temi del Forum saranno l’equità sociale, l’economia e l’ambiente urbano. Il World Urban Forum costituirà un’occasione per dibattere come promozione dell’impiego, vivibilità e qualità della vita, cultura, pianificazione, ambiente, mobilità urbana ed energia possano contribuire ad accrescere la prosperità delle nostre città.




Save the date to share, learn and discuss the future of our cities. The World Urban Forum is the largest and most important United Nations meeting on cities.

Thousands of people drawn from the public and private sectors, academia, civil society and the media will meet in Naples (Italy) in September 2012.

Equity, economy and ecology of cities will be the focus of the Forum. Urban job creation, livable cities and quality of life, culture, urban planning, the environment, urban mobility and energy will be the main topics as we reflect on the prosperity of cities.




www.unhabitat.org/categories.asp?catid=672


Madeco
00Friday, February 17, 2012 3:56 PM
[IMG]http://i41.tinypic.com/344a3qt.jpg[/IMG]
1799
00Tuesday, June 5, 2012 11:46 PM
mo' chi lo sente a jimmy.
Jimmy_10
00Wednesday, June 6, 2012 2:48 PM
Re:
1799, 6/5/2012 11:46 PM:

mo' chi lo sente a jimmy.




cercavo di dare un contributo nel mio piccolo..... [SM=x2819352]
Madeco
00Tuesday, June 12, 2012 2:00 PM
A Napoli il World Urban Forum 2012

La VI edizione della manifestazione, istituita e voluta a Napoli dalle Nazioni Unite, si svolgerà alla Mostra d’Oltremare e avrà come tema “Il futuro della città”


Si è tenuta ieri, presso il Castel dell’Ovo, la presentazione della prossima ed imminente edizione del Forum Urbano Mondiale, evento di marca O.N.U. che la città di Napoli avrà l’onore e l’onere di ospitare in via ufficiale dal 2 al 6 settembre presso la Mostra d’Oltremare a Fuorigrotta, dove verranno allestita un’apposita area espositiva ribattezzata “Villaggio Internazionale”, che sarà aperta al pubblico già dall’1 e fino a tutto il 7 settembre.

DIECI ANNI DI FORUM - Quella di Napoli sarà la sesta edizione della manifestazione creata all’inizio del XXI secolo dall’Agenzia delle Nazioni Unite per gli Insediamenti Umani, che ha visto la sua prima uscita a Nairobi nel 2002. Lungo tutto il suo successivo percorso, da Barcellona 2004 a Vancouver 2006, da Nanchino 2008 a Rio de Janeiro 2010, il Forum ha sempre continuato a promuovere l’analisi di uno dei maggiori e più attuali problemi della nostra società: la rapida urbanizzazione che sta vivendo il nostro pianeta, con un occhio attento a tutte le questioni collegate, a partire dall’impatto che questo fenomeno ha sulle comunità e le economie, sui cambiamenti climatici e sulle politiche sociali e di integrazione.

ATTESI 5000 DELEGATI - Nel corso di questi anni il Forum Urbano Mondiale si è imposto come il più rilevante spazio per lo scambio di conoscenze ed esperienze sul tema e come una importante fucina per l’elaborazione di possibili soluzioni in materia di controllo e programmazione della crescita di città e comunità urbane. È per questo che a Napoli sono attesi oltre 5000 delegati, di cui circa 2000 provenienti da 114 paesi hanno già formalizzato la loro iscrizione ai lavori, che si svilupperanno secondo 4 dialoghi (cioè incontri di alto livello, secondo la formula del dibattito aperto), 12 tavole rotonde, 120 eventi di networking e 20 seminari di formazione. Vi saranno poi altre sessioni speciali, animate dal governo italiano, e molti altri eventi collaterali, di matrice artistica e culturale.

IL FUTURO DELLA CITTA’ - L’edizione partenopea del Forum avrà come tema principale “Il futuro della città” e tutta la discussione sarà diretta a stabilire nuove forme e a trovare proposte di nuove pratiche volte al miglioramento della qualità della vita, intesa in senso lato come benessere economico, ma anche come realizzazione personale, puntando ad una urbanizzazione sostenibile. Le quattro sessioni principali, che verranno sviluppate durante i “dialoghi”, saranno dedicate a “Pianificazione urbana: istituzioni, normativa e qualità della vita”, “Equità e prosperità della città: distribuzione della ricchezza ed opportunità”, “Produttività delle città: città innovative e competitive”, “Mobilità urbana, energia e ambiente”.

UN SEGNO TANGIBILE - La particolarità del VI Forum Urbano Mondiale è però soprattutto un’altra: come ha spiegato durante la conferenza stampa Joan Clos (direttore esecutivo dell’Agenzia per gli Insediamenti Umani) e ha ribadito Staffan de Mistura (sottosegretario agli esteri del governo italiano) quest’edizione sarà la prima a lasciare nel paese ospitante, forse proprio nella città di Napoli, un segno tangibile del suo passaggio, grazie a un progetto di riqualificazione urbana, che prenderà le mosse dalle istanze e delle sollecitazioni proposte durante l’evento e sarà ispirato alle soluzioni elaborate durante le varie sessioni di lavoro.

PARTECIPAZIONE ANCHE IN LINEA - Vi è inoltre un’ulteriore caratteristica che va segnalata: già da circa un mese è all’opera una macchina organizzativa che sta promuovendo il coinvolgimento delle realtà territoriali - dalle associazioni locali alle rappresentanze di donne e giovani, fino al mondo accademico, dei ricercatori e dei professionisti - tramite un dibattito in linea sul sito www.worldurbanforum.org , vera e propria piazza virtuale per dare modo a tutti, anche a coloro i quali non potranno convenire a Napoli, di dare contributi e formulare pareri sui temi del Forum, affinché possano essere incorporate nelle discussioni delle sessioni di lavoro.
Madeco
00Tuesday, June 12, 2012 2:02 PM
Countdown to World Urban Forum

With 100 days to go until the opening of the sixth World Urban Forum in Naples, registration is open and calls for potential exhibitors have now been made.

Organised jointly by UN-Habitat, the Government of Italy, the Campania Region and the City of Naples, the theme for this year's meeting is The Urban Future. Nearly 2,000 participants from 114 countries have already registered for the premier conference on cities and urban issues since registration opened just four weeks ago.

The four focus areas for discussion are: Urban Planning: Institutions and Regulations, including the improvement of Quality of Life; Equity and Prosperity: Distribution of Wealth and Opportunities; Productive Cities: Competitive and Innovative Cities and Urban Mobility, Energy & Environment.

In parallel with these main dialogue sessions, there will also be an additional 160 networking, side and training events and the World Urban Forum exhibition will showcase some of the world's leading cities and innovations in urban development. The exhibition, which will be open to delegates and the general public, is an opportunity to share experiences, best practices and innovative ways from all over the globe to improve cities.

The debate is already underway with nearly 1,500 people signing up for the online e-Debates at www.worldurbanforum.org The online platform gives people who will not be able to travel to Naples the chance to join the debate while also using the opinions given to shape the Forum discussions.
The World Urban Forum was established by the United Nations to examine one of the most pressing problems facing the world today: rapid urbanization and its impact on communities, cities, economies, climate change and policies.
The Forum is one of the most open and inclusive gatherings of its kind on the international stage. It brings together participants from all over the world representing governments, academia, civil society and the private sector as partners working for better cities. Previous meetings were held in Nairobi, Kenya in 2002, Barcelona in 2004, Vancouver 2006, Nanjing in 2008 and Rio de Janeiro in 2010.

www.unhabitat.org/content.asp?cid=11180&catid=672&typeid=6&sub...
Madeco
00Tuesday, June 12, 2012 2:03 PM
Sito internet di riferimento

www.worldurbanforum.org/
Madeco
00Tuesday, June 12, 2012 3:10 PM
M.Gomez
00Tuesday, June 12, 2012 5:20 PM
Diciamo che De Magistris ha risposto per bene a De Mistura, anche se davvero il Forum è avvolto da un alone di mistero e quasi nessuno sa bene come sarà organizzato.
Madeco
00Saturday, August 25, 2012 11:39 AM
Madeco
00Saturday, August 25, 2012 11:42 AM
- TYLER -
00Friday, August 31, 2012 10:47 AM
Effetto World Urban Forum tutto esaurito negli alberghi - La Repubblica


ALBERGHI pieni al 95 per cento. Bed & breakfast stracolmi, trovare un posto letto in città in questi giorni è sempre più difficile. È l’effetto World Urban Forum. Sette giorni (dall’1 al 7 settembre) di boom nelle strutture della città, come non si vedeva da tempo. Una parte dei 4000 delegati provenienti da 160 paesi del mondo hanno già preso posto nelle camere ma è da lunedì che si attende il tutto esaurito. Sono 7.000 le camere disponibili nell’intera area metropolitana, occupate quasi al 100 per 100. Un successo comune agli alberghi dai 2 ai 5 stelle, secondo i dati della sezione Turismo dell’unione Industriali di Napoli.

«Era fisiologico, viste le presenze annunciate - commenta Mario Pagliari, presidente Turismo di Palazzo Partanna - siamo contenti che ciò accada ma siamo anche rammaricati di come è stato organizzato l’evento». Pagliari rilancia e risponde a tono alle accuse rivolte alla categoria dal presidente della mostra d’Oltremare Nando Morra, che aveva evidenziato la poca promozione della manifestazione e il disinteresse degli operatori. «Non c’è stato nessun disinteresse da parte nostra, anzi - attacca Pagliari - se la vuole sapere tutta siamo noi ad essere stati esclusi. Ai tempi di Nicola Oddati, fummo convocati, si parlava addirittura di affidarci una sede o quantomeno un ufficio dove organizzare tutto con largo anticipo. Poi, da quando Oddati è andato via, siamo stati esclusi anche noi». Nessuna convocazione, nessun segnale da parte di chi ha organizzato il Forum, lamentano gli albergatori. «Evidentemente chi ha preso in mano la situazione non ha ritenuto necessario interpellarci - conclude Pagliari - abbiamo tentato di riprendere i contatti ma invano. Non siamo neanche riusciti a sapere a chi è stata affidata la gestione delle prenotazioni. Come al solito, se ne sarà occupata un’agenzia non napoletana».

«Non capisco di cosa ci accusa il presidente Morra - rincara la dose Pasquale Gentile, vicepresidente Federalberghi Napoli - fino a pochi mesi fa non c’era nessuna certezza dell’evento. Non mi pare che le istituzioni abbiano promosso la kermesse». Eppure Napoli è città competitiva per i prezzi proposti proprio per le camere d’albergo. « Abbiamo le tariffe più economiche in circolazione - spiega Gentile - siamo felici del risultato ottenuto ma era del tutto prevedibile. Qualcosa, però, non ha funzionato nella macchina organizzativa locale».
Intanto, alla Mostra d’Oltremare si lavora a ritmo incessante mentre la città si prepara ad accogliere personalità del mondo politico e leader delle organizzazioni internazionali. «La città è pronta per accogliere al meglio il World Urban Forum - afferma il sindaco Luigi de Magistris - un evento importante dove si affronteranno i temi centrali dello sviluppo eco-sostenibile delle città, dall’urbanizzazione alla mobilità sostenibile, dalle smart city all’utilizzo delle energie rinnovabili». Si parlerà anche del passaggio di Napoli a città metropolitana. «Le amministrazioni locali dovranno essere pronte, stiamo già lavorando con la Provincia».
Gjemon
00Friday, August 31, 2012 12:23 PM
Re:
Madeco, 12/06/2012 15.10:

...


Nel video si parla di 200mila euro stanziati per il recupero di piazza mercato... sai per caso quale dei progetti proposti dal comune tempo fa sarà seguito?
M.Gomez
00Friday, August 31, 2012 1:04 PM
"La città è pronta ad accogliere il World Urban Forum..."

In questi giorni Napoli è più sporca del solito... se ne sono accorti, sì?


Specie se verranno personalità di grande rilievo politico-culturale, si sarebbe dovuto provvedere un po' prima a ripulire le strade e a sistemare quello che si poteva sistemare....
Gjemon
00Saturday, September 1, 2012 11:10 AM
Il mondo arriva a Fuorigrotta per il World urban forum
Scatta il piano sicurezza: 500 agenti e metal detector alla Mostra d'Oltremare che diventa territorio Onu, attese 10 mila persone
di TIZIANA COZZI



LA MOSTRA d'Oltremare che diventa territorio Onu. Il mondo che arriva a Fuorigrotta grazie al World urban forum, diecimila le persone attese, centinaia quelle già presenti nella città che diventa capitale delle Nazioni Unite per un'intera settimana. Uno spazio sicuro ma aperto a tutti: è su questo binomio che si gioca la riuscita del Forum, secondo le direttive delle Nazioni Unite. Per questo è stato schierato un dispiegamento di forze dell'ordine senza precedenti. Cinquecento gli agenti interforze impegnati ad assicurare un ambiente "tutelato" e soprattutto a salvaguardare l'area sterile degli uffici Onu, confinante con la zona espositiva aperta al pubblico. Vigilanza che si estende agli alberghi dove alloggiano le personalità soggette a programmi di protezione, l'aeroporto, il teatro Mercadante e San Domenico Maggiore (dove si terranno i concerti), il centro storico (per i delegati che sceglieranno di fare anche un po' i turisti) e, ovviamente, Fuorigrotta.

Guardie giurate e agenti presidieranno i varchi della Mostra: all'ingresso su piazzale Tecchio con i metal detector, chiusi anche i garage, l'accesso sarà consentito solo alle autorità. Sotto l'occhio vigile della protezione coordinata dalla Questura di Napoli, tra gli altri, il ministro turco, la sorella dell'emiro del Kuwait, il direttore Unesco, il sindaco di Teheran. Annunciate anche mobilitazioni da parte di attivisti di Amnesty international (martedì alle 18,30 chiederanno la fine degli sgomberi forzati).

Assieme agli agenti napoletani, lavorerà la squadra di 17 persone di Un-Habitat. "La sicurezza è un aspetto molto importante del lavoro del Forum - precisa Roger Lewis, responsabile sicurezza dell'organizzazione - lavoriamo con meno impegno che negli eventi a New York o a Londra ma è comunque previsto un impegnativo dispiegamento di forze". Si lavora a gruppi, ci si mimetizza tra la folla, ognuno tiene alla sicurezza dei soggetti che gli sono stati "affidati": cittadini, vip, tecnici, addetti ai lavori. "Ognuno dei 160 paesi ha confermato la presenza di un'autorità - conclude Lewis - se arrivano bisogna essere pronti".

Nell'attesa, alla Mostra, ieri, si è svolta la cerimonia dell'alzabandiera. Fuori, a nemmeno cento metri dall'ingresso, le aiuole sommerse dai rifiuti, le erbacce alte 10 centimetri, i giardini davanti alla metropolitana con il letto dei barboni. Mentre a Napoli arrivano i rappresentanti di 160 paesi del mondo, ministri e personalità di spicco delle organizzazioni internazionali e la città si distingue per l'ospitalità offerta e per il sistema organizzativo perfettamente funzionante, resta però la falla della pulizia delle strade. Ieri, intorno all'una, si è vista una squadra di giardinieri al lavoro a viale Kennedy (altro ingresso della Mostra), forse oggi toccherà all'altro lato dell'area, quello più esposto, più visibile a chi arriva in metropolitana o con i mezzi pubblici. Troppo tardi, visto che in tanti sono già arrivati. "Questo degrado purtroppo è la nostra quotidianità - accusa Giorgio De Francesco, presidente della municipalità Fuorigrotta-Bagnoli - mi fa piacere che stiano lavorando per pulire alla meglio qualche strada ma hanno iniziato tardi e senza coordinarsi con noi, potranno fare ben poco. È bello ragionare di lungomare liberato, di quartieri a luci rosse ma i cittadini vogliono le strade pulite. E questo intervento tardivo è uno schiaffo ulteriore a chi ci manda centinaia di segnalazioni al giorno. Se non si lavora quotidianamente, si faranno sempre brutte figure".

Quel che è certo è che mai come in questa settimana Fuorigrotta è stata al centro del mondo. Piano traffico, divieto di sosta in tutta l'area, circa 10 mila le persone attese, un progetto sicurezza complesso con un'ambizione comune a tutte le manifestazioni organizzate dall'Onu, quella di rendere il Forum sicuro ma aperto a tutti i cittadini. Chi vorrà assistere alle manifestazioni e agli eventi, potrà entrare con facilità, con ingresso libero. Unico ostacolo, superare uno dei 6 metal detector all'ingresso. Poi, si potranno visitare gli stand e le mostre del padiglione Italia e delle organizzazioni internazionali e assistere agli incontri nell'area messa a disposizione del pubblico.

FONTE
enzo551
00Saturday, September 1, 2012 12:13 PM
Re:
M.Gomez, 31/08/2012 13.04:

"La città è pronta ad accogliere il World Urban Forum..."

In questi giorni Napoli è più sporca del solito... se ne sono accorti, sì?


Specie se verranno personalità di grande rilievo politico-culturale, si sarebbe dovuto provvedere un po' prima a ripulire le strade e a sistemare quello che si poteva sistemare....




MA dai è venuto pure a piovere! Più pulita di così! [SM=g8434]
CRIME 80
00Saturday, September 1, 2012 3:59 PM
organizziamoci e andiamo al forum.
M.Gomez
00Sunday, September 2, 2012 2:27 PM
Re: Re:
enzo551, 01/09/2012 12.13:




MA dai è venuto pure a piovere! Più pulita di così! [SM=g8434]




Infatti venerdi sera proprio a questo ho pensato [SM=x2819346]
enzo551
00Sunday, September 2, 2012 3:55 PM
World Urban Forum, De Magistris e Clos in bici sul lungomare



Mamme con i passeggini, qualche calesse, famiglie stese al sole e, soprattutto, tante biciclette. Sembra la cartolina di una Napoli antica e invece, sottolinea il direttore esecutivo di UN-Habitat e numero due dell'Onu, Joan Clos "è proprio questa la città del futuro".
Dopo la partita di calcio che ieri ha aperto il sesto World urban forum a Napoli, oggi è il giorno delle bici: da piazza Plebiscito al viale Dohrn e ritorno per l'Urban bike tour che ha visto impegnato lo stesso Clos assieme al sindaco Luigi de Magistris. (foto riccardo siano)

Altre foto: napoli.repubblica.it/cronaca/2012/09/02/foto/world_urban_forum_de_magistris_e_clos_in_bici_sul_lungomare-418...
Gjemon
00Sunday, September 2, 2012 6:50 PM
Oggi pomeriggio con un mio amico mi sono fatto un giro per il #lungomare, devo dire che nonostante l'orario fosse poco usuale (15,45) c'era il pienone di gente, sia nei bar che in giro e in villa. Anche la corsia ciclabile è molto pratica ed i ciclisti stanno diventando davvero tanti. Insomma, a conti fatti questa idea ha reso tantissimo ed ha convinto anche i pessimisti.
Unica pecca è che IMHO la bici qua è vista ancora come mezzo di svago, per diventare una città europea c'è bisogno di cambiare mentalità ed andare a lavoro con la bici sarebbe un grande passo in avanti. In ogni caso per arrivare a questi livelli abbiamo bisogno di più corsie ciclabili protette, stile viale Augusto, e sopratutto di un servizio di trasporto pubblico più efficiente.
Caravaggio_88
00Monday, September 3, 2012 8:16 PM
Na.Samurai
00Tuesday, September 4, 2012 9:51 AM
Re: Da "La Repubblica"
Caravaggio_88, 03/09/2012 20.16:

http://video.repubblica.it/edizione/napoli/il-mondo-a-fuorigrotta-al-via-il-world-urban-forum/104221/102601




Che bello evdere Napoli così, peccato che i giornali e le tv nazionali come sempre ci snobbano.

denaro.it/blog/2012/09/01/world-urban-forum-al-via-la-kermesse-interna... qui ci sono alcune immagini del forum

Qualcuno di voi è andato? Per caso sapete quanto costa il biglietto?
Gjemon
00Tuesday, September 4, 2012 10:23 AM
Re: Re: Da "La Repubblica"
Na.Samurai, 04/09/2012 09.51:




Che bello evdere Napoli così, peccato che i giornali e le tv nazionali come sempre ci snobbano.

denaro.it/blog/2012/09/01/world-urban-forum-al-via-la-kermesse-interna... qui ci sono alcune immagini del forum

Qualcuno di voi è andato? Per caso sapete quanto costa il biglietto?



Infatti, a Rai News stamattina non ne hanno proprio parlato, i giornali anche non danno molto risalto all'evento.

Se non sbaglio l'ingresso è gratuito
Na.Samurai
00Tuesday, September 4, 2012 1:20 PM
Re: Re: Re: Da "La Repubblica"
Gjemon, 04/09/2012 10.23:



Infatti, a Rai News stamattina non ne hanno proprio parlato, i giornali anche non danno molto risalto all'evento.

Se non sbaglio l'ingresso è gratuito


Mi piacerebbe visitare gli stand :)
Come sempre per noi c'è poca visibilità per le cose positive...



Coma White
00Tuesday, September 4, 2012 1:37 PM
Ci fosse stata un'invasione di pantegane, al WUF, avrebbero fatto edizione straordinaria...
Rugod
00Tuesday, September 4, 2012 1:50 PM
è vero.....purtroppo la nostra città è un pò il capro espiatorio d'italia...serve a tranquillizzare gli altri italiani....ammazzano in una rapina due persone a roma? Vabbè tanto a napoli stanno peggio

a milano rubano nella metro? Si però a napoli resti in mutande dopo due secondi e così un evento importante come il WUF con tante delegazioni di tanti paesi, dove si discute su tematiche importanti nemmeno viene preso inconsiderazione dai TG, invece mentre Napoli s'apprestava ad ospitare l'evento in una mostra d'oltremare come splendida cornice al TG 1 mandavano un servizio sul degrado del limitone d'arzano dove mostravano un pò di sporcizia (nemmeno tanta)e l'immancabile intervista al venditore di carcioffole arrostite con la "giornalista" che per forza voleva incastrarlo come abusivo e il tipo che supplicava di farlo lavorare in pace
CRIME 80
00Tuesday, September 4, 2012 2:07 PM
vabbè ragà, i tg Rai sono a livello di quelli della Mediaset.

Anche se la rai si consola, per quanto possa fare schifo, esiste sempre di peggio, cioè Studio Aperto.
spuzza
00Tuesday, September 4, 2012 7:03 PM
Ammazza oh quanti professionisti che c'erano oggi nella linea 2 che andavano al WUB! Molti sono saliti a Gianturco!

Anche alle 17, nel regionale che mi ha riportato a Nocera, ce ne erano ancora molti!
- TYLER -
00Tuesday, September 4, 2012 7:07 PM
Re:
CRIME 80, 04/09/2012 14.07:

vabbè ragà, i tg Rai sono a livello di quelli della Mediaset.

Anche se la rai si consola, per quanto possa fare schifo, esiste sempre di peggio, cioè Studio Aperto.



Ma dai, quello non è neanche definibile Tg, al massimo un misto tra Topolino e Novella 2000 [SM=x2819662]


bubolazza
00Wednesday, September 5, 2012 12:21 AM
Quello si dovrebbe chiamare Stupro Aperto..
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:34 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com