Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

Universiadi 2019

Last Update: 10/3/2019 5:46 PM
4/21/2018 8:27 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,439
Registered in: 2/15/2012
Re: Re:
paolo.pfdl1984, 17/04/2018 20.57:

granpacco, 16/04/2018 21.44:

Si e ciò fa rabbia perché qui sono girati talmente tanti di quei soldi che altro che Barcellona invece siamo messi a livello di Burundi lo ripeto nella terza città della settima potenza economica mondiale



Guarda che quello che è stato fatto a Barcellona qua verrebbe visto come speculazione edilizia.
La colata di cemento che c'è stata nella città catalana è stata letteralmente impressionante se vedi i video su youtube te ne renderai conto.

Possiamo essere la settima potenza ma se mancano privati che investono, c'è tanta burocrazia e non cambia la mentalità nemmeno i soldi ci possono salvare.





Ma sei serio? :lol:

Cioè a Napoli non c'è stata speculazione? Vediti i video di Napoli e ti metterai le mani nei capelli! l'unica differenza tra la speculazione di Napoli e quella di Barcellona é che a Barcellona si é costruito con raziocinio e con architettura di pregio rendendo la città urbanisticamente parlando tra le più organizzate d'Europa mentre a Napoli é stato davvero un magna magna generale forse "le mani sulla città" dovrebbe ricordati qualcosa, architettura davvero orribile e nessun senso logico che ci hanno consegnato una città dal dopoguerra in poi oltre i limiti delle invivibilità, inbruttendola in maniera impietosa e rendendola il caos urbano che é adesso
4/22/2018 12:25 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,663
Registered in: 3/21/2013
Segnali positivi per lo svolgimento delle Universiadi a Napoli.
Da un lato gioco di squadra tra istituzioni e dall'altro primi esami superati per gli impianti in attesa dei lavori di restyling

Da La Repubblica

Universiadi: cabina di regia con ministri e de Magistris

Al tavolo anche Cantone e Malagò. L'obiettivo è accelerare sui lavori di ristrutturazione degli impianti

L'accelerazione dei bandi per i lavori di ristrutturazione degli impianti sportivi e il punto sull'organizzazione. Saranno questi i principali temi all'ordine del giorno della prima riunione della cabina di regia di domani a Roma sulle Universiadi di Napoli 2019.

Al tavolo ci sarà anche Raffaele Cantone, presidente dell'Anac che ha curato la verifica dei bandi per gli appalti che dovrebbero essere lanciati a breve per i lavori in tutta la Campania, e il presidente del Coni Giovanni Malagò che sta assicurando all'organizzazione il pieno sostegno di Coni Servizi, con la presenza sempre più frequente a Napoli di Raffaele Pagnozzi.

Nella sede della Presidenza del Consiglio di Largo Chigi, alle ore 10, siederanno quindi, a quanto si apprende, Luca Lotti, ministro
per lo Sport, Giovanni Malagò, presidente del Coni, Luigi Sant'Andrea, capo ufficio Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri, Raffaele Cantone, presidente dell'Anac, Luisa Latella, commissario per l'Universiade, Gabriele Toccafondi, sottosegretario del Miur in rappresentanza del ministro Fedeli, Claudio De Vincenti, ministro della Coesione territoriale e Mezzogiorno, Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, Fulvio Bonavitacola, vice presidente della Regione Campania.



Da Univerisade2019Napoli

Seconda visita della Commissione Tecnica Internazionale (CTI) della FISU


Si è conclusa la seconda visita a Napoli della Commissione Tecnica Internazionale (CTI) della FISU, organizzata dal Comitato Organizzatore nell’ambito della marcia di avvicinamento all’Universiade 2019.


Ampio consenso da parte dei 27 delegati sportivi nazionali ed internazionali (inviati dalle Federazioni italiane e dalla FISU) che, in settimana, hanno avuto modo di valutare i progetti di ristrutturazione ed effettuare i sopralluoghi negli impianti che ospiteranno le competizioni di pallavolo, nuoto (sia in piscina che di fondo), tiro con l’arco, judo, pallanuoto, calcio, vela, tennis, ginnastica artistica e ritmica.

“Siamo a buon punto e siamo molto positivi – afferma il francese Jean Paul Clémençon, presidente della Commissione Tecnica Internazionale – abbiamo visitato circa 50 impianti, una vera ricchezza di Napoli e della Campania, che dimostra la grande voglia di sport di questo territorio. Di sicuro, ci sono dei lavori da fare, come per il PalaVesuvio, ma questi interventi sono normali e siamo stati rassicurati sulle tempistiche. Tutti gli impianti campani sono adatti ad ospitare le gare di un evento importante e complesso come l’Universiade, una manifestazione che necessita di una grande sincronizzazione tra tutte le aree funzionali. Da questo punto di vista, l’arrivo del commissario Latella è stato molto importante grazie all’ottimo lavoro svolto fino ad oggi. Fin dalla prima visita a Napoli, abbiamo collaborato e fatto squadra per intraprendere questo lungo cammino insieme e siamo sicuri che lo porteremo a termine”.

Il prossimo incontro del CTI è in programma dal 6 al 10 maggio a Napoli, quando il Comitato Organizzatore ed i delegati internazionali della FISU completeranno la visita agli impianti dei restanti sport (tiro a volo e tiro a segno, pallacanestro, tuffi, scherma, tennistavolo, rugby a 7, taekwondo ed atletica) ed analizzeranno l’avanzamento dei lavori.

“Siamo fiduciosi – dichiara il commissario straordinario Luisa Latella – l’impegno del Governo testimonia l’importanza dell’evento non solo per la Campania ma per l’intero Paese. Stiamo lavorando alacremente, in sinergia con CUSI, CONI, ANAC, Regione e Comune di Napoli”.

A margine degli incontri tecnico-organizzativi, la Commissione Tecnica Internazionale ha visitato anche la Galleria Borbonica di via Chiatamone, apprezzando una delle tante bellezze di Napoli e della Campania che renderanno l’Universiade 2019 unica nel suo genere.

Non solo sport, dunque, ma anche una prestigiosa vetrina internazionale per promuovere il brand “Campania”, scoprire le eccellenze turistiche e culturali del territorio, e formare numerosi giovani tirocinanti delle università campane.

4/22/2018 11:24 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,771
Registered in: 10/12/2012
Re: Re: Re:
granpacco, 21/04/2018 20.27:



Ma sei serio? :lol:

Cioè a Napoli non c'è stata speculazione? Vediti i video di Napoli e ti metterai le mani nei capelli! l'unica differenza tra la speculazione di Napoli e quella di Barcellona é che a Barcellona si é costruito con raziocinio e con architettura di pregio rendendo la città urbanisticamente parlando tra le più organizzate d'Europa mentre a Napoli é stato davvero un magna magna generale forse "le mani sulla città" dovrebbe ricordati qualcosa, architettura davvero orribile e nessun senso logico che ci hanno consegnato una città dal dopoguerra in poi oltre i limiti delle invivibilità, inbruttendola in maniera impietosa e rendendola il caos urbano che é adesso



Forse stiamo parlando di cose diverse, io sto parlando non della speculazione edilizia di Barcellona ma di quella che c'è stata in occasione delle olimpiadi.

Forse ti stai confondendo con le Olimpiadi di Roma che furono negli anni 60 ma quelle di Barcellona furono negli anni 90, attenzione se non ricordi le date cambi tutto.

Inoltre, aggiungo, che forse non si capisce dal mio intervento ma io il cemento non lo ritengo mai speculazione se è fatto con criterio, infatti Barcellona è diventata quello che sappiamo mentre Napoli è nella merda per usare un francesismo.

[Edited by paolo.pfdl1984 4/22/2018 11:26 AM]
4/23/2018 11:29 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 691
Registered in: 7/9/2012
Concordo sul fatto che il cemento non è per forza speculazione ma può significare sviluppo.
Completare il CDN non sarebbe speculazione se fatto seguendo un progetto. Sfruttare NapoliEst con edifici di qualità non sarebbe speculazione come non lo sarà quando si metterà mano a Bagnoli. Il problema è che qui siamo totalmente immobili e che per far partire un minimo progetto passano 10 anni. Intanto però la vita è una.
Queste Universiadi si annunciano una piccola lavata di faccia. Alias una figura di cacca epocale.

__________________________
Amo Napoli nonostante le sue contraddizioni!
5/3/2018 10:05 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 439
Registered in: 7/6/2012
Estratto dall'articolo di Repubblica Napoli;

Universiadi, gli atleti saranno ospitati nella Mostra d'Oltremare

"Saranno ospitati nell'area della Mostra d'Oltremare, e non a bordo di navi ancorate nel porto come si era ipotizzato in un primo momento, gli atleti che parteciperanno alle Universiadi di Napoli e della Campania."

5/4/2018 1:07 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,439
Registered in: 2/15/2012
Ma l'unica idea positiva di queste universiadi mi sembrava proprio quella delle navi, ditemi voi in 8 mesi come fanno a realizzare 2500 casette all'interno della mostra e poi che dovranno soggiornare tipo ROM? I bagni? Bha mi sembra una cavolata colossal poi non so esperti del settore avranno valutato il tutto, magari dopo le universiadi avremo finalmente nuovi alloggi per i Rom della nostra città, un nuovo campo all'interno della mostra
5/4/2018 10:43 AM
 
Modify
 
Quote
granpacco, 04/05/2018 01.07:

Ma l'unica idea positiva di queste universiadi mi sembrava proprio quella delle navi, ditemi voi in 8 mesi come fanno a realizzare 2500 casette all'interno della mostra e poi che dovranno soggiornare tipo ROM? I bagni? Bha mi sembra una cavolata colossal poi non so esperti del settore avranno valutato il tutto, magari dopo le universiadi avremo finalmente nuovi alloggi per i Rom della nostra città, un nuovo campo all'interno della mostra

milioni di euro per le navi.bella idea davvero.
5/4/2018 10:53 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 439
Registered in: 7/6/2012
Il motivo per cui è stata esclusa la soluzione alloggi a bordo delle navi è sintetizzata nelle seguenti righe da un articolo del Cdm:

"una delibera dell’Anac - ha rivelato oggi il commissario Luisa Latella - che ha imposto alla Pubblica Amministrazione di non avere rapporti con la Msc» la società cui ci si era rivolti per ospitare gli atleti a bordo di navi da crociera da ancorare nel porto di Napoli. La determina dell’Anac riguarda il passaggio di un dirigente dal settore pubblico al privato senza il necessario periodo di «raffreddamento». Affermazione questa, alla quale ha replicato la Msc che in una nota sottolinea che «con riferimento alle dichiarazioni rilasciate in data odierna dal prefetto Luisa Latella, Commissario straordinario per le Universiadi Napoli 2019, Msc Cruises precisa che tale affermazione non corrisponde in alcun modo al vero. Infatti, la delibera Anac del 21 marzo 2018 cui si fa riferimento - che Msc ritiene illegittima e quindi ha impugnato davanti al Tar - non impone alcun divieto alla società di contrarre con la Pubblica Amministrazione, cosi come confermato anche dallo stesso Tar»".
[Edited by Jiigen 5/4/2018 10:53 AM]
5/4/2018 11:04 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 577
Registered in: 8/16/2014
Re:
granpacco, 04/05/2018 01.07:

Ma l'unica idea positiva di queste universiadi mi sembrava proprio quella delle navi, ditemi voi in 8 mesi come fanno a realizzare 2500 casette all'interno della mostra e poi che dovranno soggiornare tipo ROM? I bagni? Bha mi sembra una cavolata colossal poi non so esperti del settore avranno valutato il tutto, magari dopo le universiadi avremo finalmente nuovi alloggi per i Rom della nostra città, un nuovo campo all'interno della mostra


Ma poi penso che nel tempo necessario per i lavori la mostra dovrà essere chiusa,con danni economici per la città superiori ai benefici (???) delle Universiadi...
Jiigen, 04/05/2018 10.53:

Il motivo per cui è stata esclusa la soluzione alloggi a bordo delle navi è sintetizzata nelle seguenti righe da un articolo del Cdm:

"una delibera dell’Anac - ha rivelato oggi il commissario Luisa Latella - che ha imposto alla Pubblica Amministrazione di non avere rapporti con la Msc» la società cui ci si era rivolti per ospitare gli atleti a bordo di navi da crociera da ancorare nel porto di Napoli.

Ma non si può scegliere un altro fornitore?
[Edited by laspadanellaroccia 5/4/2018 11:05 AM]
5/6/2018 6:26 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,663
Registered in: 3/21/2013
Le universiadi sono un evento troppo importante per gettare la spugna sia per una questione di immagine sia per restituire decoro e piena fruibilità di tanti impianti sportivi napoletani.
In un epoca di comuni con fondi a disposizione scarsissimi è un occasione da non sprecare.


Da Il Mattino

Universiadi, Fisu: ok alla Mostra «Ma vogliamo certezza sui tempi»

C’è l’assenso di massima della Fisu, la federazione internazionale degli sport universitari, al progetto di installare il villaggio delle Universiadi alla Mostra d’Oltremare. Con un’unica obiezione: garantire i tempi per installare e rendere funzionanti le casette nella grande area a Fuorigrotta. La questione arriva giovedì alla cabina di regia a Roma a cui partecipare anche il consigliere delegato della Mostra Peppe Oliviero, invitato dal commissario Luisa Latella per far conoscere i dettagli del piano e la sua fattibilità.

In questi giorni è stato in città Alan Shaw, il Ceo di Epic, l’advisor delle Universiadi. La società americana di Atlanta è stata schierata dalla Fisu per aiutare la realizzazione di Napoli 2019 ed è specializzata in grandi eventi sportivi avendo organizzato dodici olimpiadi, tre paralimpiadi, tre candidature olimpiche, due coppe del mondo di calcio, due giochi panamericani, due Special Olympics, giochi asiatici e le ultime due Universiadi, quella di Kazan nel 2013 e di Gwangju nel 2015. Shaw ha voluto verificare di persona la nuova opzione del villaggio nella Mostra d’Oltremare. Il progetto, d’altra parte, era stato presentato alla Federazione internazionale, fin dalla prima stesura. Il parere della Fisu è favorevole ma con un’unica prescrizione: garantire i tempi per il montaggio dei moduli abitativi e il collegamento dei sottoservizi. Non viene insomma contestata la scelta delle casette, l’incubo è che non siano pronte in tempo mettendo in dubbio la stessa manifestazione sportiva.

Temi che saranno al centro della cabina di regia di giovedì cui partecipano tutti i protagonisti delle Universiadi. Compresa la Regione, da dove si sottolinea che dal commissario Latella è stata avviata solo una «consultazione preliminare di mercato» per l’acquisto dei moduli abitativi, un atto quindi preliminare a quello di avviare una vera e propria manifestazione d’interesse, che, fra l’altro è stato messo on line contemporaneamente a quella per l’affitto di navi da crociera, ipotesi che, dunque, non è ancora tramontata del tutto.

Dall’interno della struttura del commissariato per le Universiadi trapela un certo fastidio per le critiche mosse all’idea del villaggio olimpico nella struttura di Fuorigrotta. «Sembra - si sottolinea - che le altre ipotesi, come quella dell’ex Nato, non sono state già valutate adeguatamente e scartate per i problemi che comportavano e come se, nell’elaborare il progetto della Mostra, non siano stati valutati gli aspetti paesaggistici, funzionali e la questione dei sottoservizi, quasi fossimo dilettanti. Poi arriva un esperto come Shaw della Epic e verifichiamo che il piano è compatibile con le indicazioni della Fisu. Ma qui a Napoli è così: solo quando si decide di fare qualcosa esce fuori qualcuno con un’ipotesi alternativa».

La tensione è alta per le polemiche che si sono scatenate dopo che è stata ufficializzato il progetto per il villaggio olimpico. «Si parla tanto dell’impatto del nostro piano - dice il consigliere delegato della Mostra d’Oltremare Peppe Oliviero - ma stiamo parlando di un evento sportivo che dura 15 giorni, con moduli abitativi che resteranno nel perimetro dell’area per un breve periodo: fin dal bando è previsto lo smontaggio delle casette e il ripristino dei luoghi in tempi rapidi».

L’ente conta sulle Universiadi per ristrutturare gli impianti sportivi, intervenire sui sottoservizi e per avviare un restyling complessivo che prevede anche videosorveglianza e il rifacimento degli esterni che erano previsti con un progetto già finanziato per 40 milioni ma ancora bloccato alla Regione.

«Pensiamo poi alla ricadute - continua Oliviero - Con le navi da crociera si paga un pacchetto chiuso ad una multinazionale che poi lavora in proprio. Qui si creano lavoro e servizi per le piccole imprese della città, da quelle edili a quelle di servizi come le lavanderie. Noi valutiamo che per ogni euro investito per gli eventi fieristici ce ne sono sette di ricaduta per la città, per i congressi si passa a nove, con il villaggio delle Universiadi pensiamo di triplicare queste cifre. La polemica politica non ci appartiene. E vogliamo sottolinea che è un architetto non solo chi insegna ma anche chi lavora ogni giorno sul campo. E tutti farebbero meglio ad aggiornarsi sulle nuove tipologie abitative utilizzate alle Olimpiadi di Sidney ma anche ai mondiali in Russia o nel villaggio Eni in Kazakistan».
5/7/2018 6:32 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,439
Registered in: 2/15/2012
si si tutto bello peccato che sappiamo bene quanto le cose provvisorie in questa città diventino definitive e sappiamo benissimo che in 8 mesi l'unica cosa che alzeranno sarà solo una grande figura di feci
Quella delle navi resta l'unica idea davvero sensata e praticabile che si poteva attuare, con queste scelte scellerate se avevamo un minimo di possibilità di evitare una misera figura ce la siamo giocata, sono vicino al governatore
[Edited by granpacco 5/7/2018 6:35 PM]
5/7/2018 6:39 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,113
Registered in: 4/6/2012
è stato pompato all'inverosimile un evento che, come portata mediatica, è tutt'altro che importantissimo, e che soprattutto non ha portato, a conti fatti, chissà quali fondi per mettere mano seriamente a strutture o addirittura crearne di nuove.
Esito, prevedibile, è che si assisterà alla classica cosa fatta a metà, con alloggi disorganizzati (a fronte delle ultime notizie, oserei dire "di fortuna"), con qualche toppa messa di corsa a strutture che nel resto d'europa e del mondo occidentale saranno comunque squallide e raffazzonate.

Inizio a credere che o si trova un grande evento come si deve, altrimenti queste iniziative di portata minore ci espongono solo a figure brutte all'esterno.
5/7/2018 8:45 PM
 
Modify
 
Quote
smerlo, 07/05/2018 18.39:

è stato pompato all'inverosimile un evento che, come portata mediatica, è tutt'altro che importantissimo, e che soprattutto non ha portato, a conti fatti, chissà quali fondi per mettere mano seriamente a strutture o addirittura crearne di nuove.
Esito, prevedibile, è che si assisterà alla classica cosa fatta a metà, con alloggi disorganizzati (a fronte delle ultime notizie, oserei dire "di fortuna"), con qualche toppa messa di corsa a strutture che nel resto d'europa e del mondo occidentale saranno comunque squallide e raffazzonate.

Inizio a credere che o si trova un grande evento come si deve, altrimenti queste iniziative di portata minore ci espongono solo a figure brutte all'esterno.

ma che sia evnto e
Minore è una stronzata colossale
5/8/2018 10:06 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 577
Registered in: 8/16/2014
[Edited by laspadanellaroccia 5/8/2018 10:06 AM]
5/8/2018 2:21 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,113
Registered in: 4/6/2012
Re:
Giap1, 07/05/2018 20.45:

ma che sia evnto e
Minore è una stronzata colossale




Beh, dipende dal concetto di evento minore che hai tu. Tu che, a pelle, non credo ricorderai (o non hai mai saputo) dove si sia svolto l'evento-Universiadi nelle passate due edizioni, tanto per chiarirci.
Ma il problema non è questo: il problema è che non ha mosso soldi, non ha permesso interventi strutturali seri e si risolverà nell'ennesima corsa contro il tempo, da cui forse uscirà - nella migliore delle ipotesi - un evento confuso e che non lascerà buoni ricordi agli avventori stranieri, sinceramente.

Che tipo di organizzazione è quella che prevede casette da terremotati dentro la principale fiera cittadina, peraltro tutte da realizzare a meno di un anno dall'evento?
E gli impianti sportivi, di grazia, qualcuno ha visto interventi incisivi e progressi in quelle poche cose cantierate?
All'inizio - vedere prima pagina del topic - si parlava di fondi per 200 milioni, di cui 100 per rimettere in sesto l'area ex NATO. Oggi, due anni e rotti dopo, non si è fatto nulla, ma come se niente fosse si è passati dalla sistemazione dell'ex NATO, a delle navi private, a delle casette smontabili nella mostra.
Io non voglio essere pessimista, ma se non volete vedere come oggettivamente tutta questa vicenda sia scaduta nel grottesco e nel patetico fate un torto alla verità, eh.
[Edited by smerlo 5/8/2018 2:22 PM]
5/8/2018 2:27 PM
 
Modify
 
Quote
Re: Re:
smerlo, 08/05/2018 14.21:

Giap1, 07/05/2018 20.45:

ma che sia evnto e
Minore è una stronzata colossale




Beh, dipende dal concetto di evento minore che hai tu. Tu che, a pelle, non credo ricorderai (o non hai mai saputo) dove si sia svolto l'evento-Universiadi nelle passate due edizioni, tanto per chiarirci.
Ma il problema non è questo: il problema è che non ha mosso soldi, non ha permesso interventi strutturali seri e si risolverà nell'ennesima corsa contro il tempo, da cui forse uscirà - nella migliore delle ipotesi - un evento confuso e che non lascerà buoni ricordi agli avventori stranieri, sinceramente.

Che tipo di organizzazione è quella che prevede casette da terremotati dentro la principale fiera cittadina, peraltro tutte da realizzare a meno di un anno dall'evento?
E gli impianti sportivi, di grazia, qualcuno ha visto interventi incisivi e progressi in quelle poche cose cantierate?
All'inizio - vedere prima pagina del topic - si parlava di fondi per 200 milioni, di cui 100 per rimettere in sesto l'area ex NATO. Oggi, due anni e rotti dopo, non si è fatto nulla, ma come se niente fosse si è passati dalla sistemazione dell'ex NATO, a delle navi private, a delle casette smontabili nella mostra.
Io non voglio essere pessimista, ma se non volete vedere come oggettivamente tutta questa vicenda sia scaduta nel grottesco e nel patetico fate un torto alla verità, eh.

vabbè già stai spostando il tiro.tipico di sto forum.che le stiano organizzando una chiavica è fuor di dubbio ma ciò non toglie che sia un evento internazionale molto seguito.come numero di partecipanti è secondo solo alle olimpiadi e come copertura TV viene dopo Olimpiadi,Mondiali di Calcio.
5/8/2018 5:50 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,439
Registered in: 2/15/2012
Re:
Cos6, 08/05/2018 10.06:




Giustamente direi!!

Solo gente senza cervello o che ha meri interessi economico personali poteva pensare ad una scelta tanto scellerata, ha fatto bene il governatore a dichiararsi contrario a questa ***, dico io se non si ha la capacità e la forza di ospitare grandi eventi soprattutto quando si ha pochissimo tempo a disposizione meglio evitare di fare bruttissime figure, sperperare denaro pubblico per semplici rattoppi, organizzare l'ennesimo forum delle culture o realizzare interventi provvisori che diventano permanenti ed alimentano ulteriormente lo stato di degrado della città, penso davvero che siamo l'unica città al mondo che quando si realizza una grande manifestazione al posto di lasciare in eredità una città migliore nascono nuove problematiche.
I lavori verranno fatti in maniera più arronzata possibile nemmeno a Dubai in 8 mesi si fanno miracoli, lo ripeto l'unica idea sensata di tutto questo ambaradam è stata scartata(le navi), quando si dice che il mondo gira al contrario


5/9/2018 1:20 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 691
Registered in: 7/9/2012
L'unica idea sensata era la base Nato.
Le navi erano la migliore idea per MSC.

Sul discorso coperture mediatiche siamo a livelli molto alti, è vero.
Qui anziché creare nuovi impianti si rimettono apposto quasi tutti quelli regionali. Alcuni con lavori da zero altri con lavate di faccia.
Ma di veramente simbolico potrebbero rimanere le casette con nuovi senzatetto. Una Scampia 2 nella mostra, dalle Vele ai prefabbricati il passo è breve.

__________________________
Amo Napoli nonostante le sue contraddizioni!
5/9/2018 8:52 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,663
Registered in: 3/21/2013
Il collegio (trasformato in base Nato) non era male come soluzione.
Si trovava in zona flegrea (vicina a molti impianti) evitando spostamenti da/per un area maggiormente congestionata quale piazza del Municipio e la realizzazione di sottoservizi in una struttura incantevole ma delicata quale la Mostra d'oltremare.

Le Universiadi sono fondamentali per restituire smalto a molti impianti napoletani che versano in condizioni di degrado o presentano problemi.

I fondi stanziati non sono tanti ma almeno sono una boccata d'ossigeno.

Palavesuvio: interventi infrastrutturali per la sistemazione del Palaindoor della struttura e interventi infrastrutturali per la sistemazione della palestra; 7 milioni di euro

Stadio San Paolo: lavori di sistemazione della pista di atletica, riqualificazione degli impianti, interventi per istallazione dell’impianto audio a servizio dello stadio; 4,5 milioni di euro

Piscina Scandone: interventi infrastrutturali per la sistemazione, sistemazione della vasca warm up della piscina; 6,1 milioni di euro

PalaBarbuto: interventi infrastrutturali; 1,6 milioni di euro

Polifunzionale di Soccavo: interventi infrastrutturali; 1 milione di euro circa


Parco Virgiliano: interventi di ristrutturazione; 870 mila euro

Lungomare Caracciolo: adeguamento strutturale per le gare di vela; 160 mila euro

Tennis Club Napoli: ristrutturazione strutturale; 620 mila euro

Stadio Caduti di Brema: ristrutturazione e adeguamento per le gare di football; 1 milione di euro

Palazzetto e piscina del PalaDennerlein: ristrutturazione strutturale; 3 milioni di euro

Cus Napoli: interventi di ammodernamento; 550 mila euro

Mostra d’Oltremare: ristrutturazione e adeguamento strutturale con piscina e tre padiglioni, per l’allenamento e le gare di judo; 2,7 milioni di euro

Impianto di Tiro a Segno Nazionale: lavori di ristrutturazione e ammodernamento; 450 mila euro

Opere non realizzate


Resta la delusione per la mancata ricostruzione del Palazzetto dello sport Mario Argento (il "mamozio", ossia il Palabarbuto, deve essere delocalizzato senza se e senza ma) e l'atteso da decenni (dai cittadini di Fuorigrotta) recupero dello Sferisterio.

Quest' ultima struttura poteva essere espropriata e trasformata in palestre di ginnastica, scherma judo etc.. :gaah:

Rammarico anche per i mancati interventi nel quartiere flegreo (cuore della manifestazione) di Fuorigrotta in termini di decoro, viabilità e verde. :supertim:
5/9/2018 12:43 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,439
Registered in: 2/15/2012
Nuvola.CdN, 09/05/2018 08.52:





Opere non realizzate


Resta la delusione per la mancata ricostruzione del Palazzetto dello sport Mario Argento (il "mamozio", ossia il Palabarbuto, deve essere delocalizzato senza se e senza ma) e l'atteso da decenni (dai cittadini di Fuorigrotta) recupero dello Sferisterio.

Quest' ultima struttura poteva essere espropriata e trasformata in palestre di ginnastica, scherma judo etc.. :gaah:

Rammarico anche per i mancati interventi nel quartiere flegreo (cuore della manifestazione) di Fuorigrotta in termini di decoro, viabilità e verde. :supertim:



Non ti preoccupare per il palargento tanto ci pensa Boldoni :lol:
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:02 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com