Regolamento | Discussioni Recenti | Nuovi Post dal tuo Ultimo Accesso | Discussioni in Rilievo

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

Napoli | De Architectura

Last Update: 3/26/2020 1:04 PM
6/3/2013 6:03 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,771
Registered in: 10/12/2012
Nuova il problema, di fondo, come già più volte detto in questa sede non è tanto l'opera il sè per sè ma il contesto.

A parte alcuni palazzi che sono oggettivamente brutti come quello di prima, i cessiottieri ecc. che starebbero solo bene in una periferia di un quartiere sovietico, il discorso è dove li fai.

Per me quel palazzo di esagoni dietro una chiesa gotica è osceno, mentre la seconda foto può essere un edificio interessante se inserito in una periferia magari caratterizzata da un'architettura anonima o come recupero di una zona industriale.


Il problema di fondo sono gli studi di architettura e non è un caso se spesso le opere più brutte vengono dagli architetti più blasonati.
Prima di disegnare un'opera bisognerebbe conoscere il contesto e la sua storia ed è difficile che questo venga fatto se un architetto lavora contemporaneamente su 10 progetti nei 5 continenti.

Poi ci si mette che il collaboratore esegue il progetto abbozzato dall'archistar di turno, secondo standard consolidati oppure l'archistar è talmente egocentrico da voler riproporre linee personali per rendere la sua opera riconoscibile a scapito, però, della sua integrazione nel contesto.

Tutti devono vedere l'opera di Fuksas o di Piano, Fuksas addirittura, non contento della grande libertà che la progettazione di una stazione della metropolitana ti da (sta sotto terra non hai vincoli, se non funzionali, puoi dare sfogo alla tua fantasia) no è dovuto uscire in superficie con la cupolona di piazza Nicola Amore non potendo rimanere confinato sotto terra.
Ecco a me quella cupola di vetro non mi piace, troppo impattante, difficile da tenere pulita e in buone condizioni soprattutto in un quartiere difficile come quello del porto.

Molto meglio piazza Bovio, dove l'eccentricità dell'architetto si è manifestata in tutta la sua forza in una stazione della metropolitana a metà tra il kitsh e il pop, che anche a chi non piace, non dà il minimo fastidio, anzi diverte! In superficie tutto è regolare e si rispettano le linee di una splendida piazza Liberty italiana.

La semplicità di piazza Municipio, addirittura mantenuta anche nella zona "coperta" è un altro esempio di grande rispetto per una piazza storica e di architettura al servizio delle città e non autoreferenziale.
All'occhio del profano piazza Municipio non sarà spettacolare, nelle stazioni almeno, ma perfettamente integrata nell'atmosfera del luogo.

Esempio negativo, rimanendo sempre a Napoli, la stazione di Scampia snodo tra MCNE e linea1, esteticamente nemmeno malvagia se nel suo colore nero così forte non fosse del tutto fuori luogo insistendo in un quartiere già così degradato e triste.
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:55 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com